Le vacanze estive si avvicinano e numerose famiglie italiane trascorrono almeno una parte delle ferie in città, talvolta per risparmiare e certe, comunque, di avere tutte le comodità a portata di mano. Angoli quasi deserti come piscine, parchi, cortili e giardino di casa a completa disposizione per i propri figli.

Ma attenzione, avete mai controllato l’idoneità di tali ambienti sul piano della sicurezza? Secondo un recente sondaggio condotto dall’organizzazione globale indipendente UL (Underwriters Laboratories), gruppo no-profit che si occupa di sicurezza, solo nel cortile di casa, dove i ragazzini passano la maggior parte del tempo nel periodo delle vacanze, si verificano così tanti incidenti da mandare ogni anno al pronto soccorso oltre due milioni di bambini.

Un dato sconcertante. Le cause principali sono da riporre in una scarsa attenzione in materia di sicurezza. Poca vigilanza e incuria da parte dei genitori possono trasformare un luogo ritenuto adatto per la famiglia in un ambiente pericoloso.

A tal proposito è nato il sito Safety at Home, nel quale oltre alla possibilità di consultare una guida sulla prevenzione nei cortili per mamme e bambini, è presente un tool interattivo chiamato Backyard Safety Explorer, pensato per poter verificare il grado di sicurezza del proprio giardino.

Ecco i punti su cui porre l’attenzione, segnalati da Safety at Home:

  • Non esporre il bimbo direttamente ai raggi del sole, proteggerlo con indumenti leggeri e creme solari con SPF superiore a 15, controllando, naturalmente, che non vi siano reazioni allergiche alle stesse;
  • Non far giocare il neonato a contatto con l’erba, perché in questi casi si potrebbero verificare fenomeni allergici;
  • Controllare che la piscina sia adatta all’età del bambino e monitorarne sempre la temperatura dell’acqua;
  • Attenzione all’uso degli anti-repellenti, chiedere informazioni al medico o farmacista su quale tipo sia più indicato;
  • Attenzione a insetti, escrementi di animali e piante del vostro giardino, verificarne la non tossicità;
  • Controllare che il barbecue non sia alla portata dei {#bambini} e che i giochi utilizzati siano a norma.

Avevate mai pensato che in tutte queste cose, appena elencate, si potessero celare rischi per l’incolumità e la salute della famiglia? Ecco perché, prima di pensare che i vostri bambini possano sentirsi protetti e al sicuro in casa, è meglio accertare il livello di sicurezza.

John Drengenberg, direttore della Consumer Safety per l’organizzazione Underwriters Laboratories, afferma che per evitare il pericolo nel cortile di casa basterebbe dedicare qualche minuto del proprio tempo per effettuare un controllo generale dell’area, riducendo così al minimo i rischi.

Infine, una volta passato il controllo, non rimane che dare inizio ai giochi.