Le extensions rappresentano un valido modo per rinnovare il look dei propri capelli. Si tratta di un’integrazione di ciocche, artificiali o naturali, che permettono di allungare o donar loro volume per almeno 6-8 mesi; una soluzione ideale, quest’ultima, per chi li ha molto sottili, poco folti o poco vigorosi e vuole finalmente sfoggiare una chioma da capogiro.

Tuttavia, prima di iniziare con la lunga e delicata procedura delle extensions bisogna essere ben informate su alcune caratteristiche che riguardano la pesantezza delle ciocche, la loro natura e le tecniche per fissarle. Inoltre, un ruolo non indifferente è giocato dal loro costo, dalla manutenzione e dal danno che potrebbero provocare ai {#capelli} una volta tolte.

È importante poi decidere se utilizzare capelli artificiali o capelli al cento per cento naturali: le ciocche naturali aiutano a non svelare il “trucco” delle extensions, dal momento che i capelli sembrano veri; il costo, però, è piuttosto elevato. Le ciocche sintetiche, invece, costano meno, ma devono essere scelte con cura: infatti, i capelli totalmente artificiali soffrono le alte termperature, pertanto non possono essere sottoposti al calore della piastra, del ferro arricciacapelli e del phon, poiché potrebbero sciogliersi. Le ciocche naturali, invece, possono essere trattate come i capelli veri, anche se con maggiore cura e delicatezza.

Altro punto fondamentale è il peso delle extension. Le ciocche, infatti, non possono essere troppo pesanti o i capelli veri potrebbero spezzarsi e rovinarsi. Tuttavia, ormai sono molte le marche che cercano di optare per ciocche non troppo pesanti e che non danneggino il cuoio capelluto. Alla pesantezza delle ciocche si lega il problema del fissaggio: gli esperti sono convinti che fermarle tramite cucitura, colla o clip di metallo sia troppo difficile da gestire, sia perché potrebbe rovinare il capello vero, sia per pettinare la chioma. A questi metodi oggi si preferisce quello della termoplastica, processo più delicato che, tra l’altro, permette di rimuovere le extensions senza danneggiare troppo i capelli.

Solo una volta scelta la marca giusta, con il peso adatto e il sistema di fissaggio più idoneo, si possono ordinare ciocche con particolari colori o colpi di sole. Mantenere la colorazione delle extensions non è particolarmente difficile: basta controllarle come si controllerebbe lo stato della propria tinta di settimana in settimana. Tuttavia, la loro manutenzione quotidiana prevede alcune piccole accortezze affinché i capelli siano mantenuti sani.

Innanzitutto, per pettinare le ciocche, bisogna usare una spazzola che non strappi i capelli e che sappia districare con dolcezza i nodi; in secondo luogo, è raccomandabile l’uso di uno shampoo delicato, che possa evitare proprio la formazione dei nodi. Infine, sarebbe più opportuno dormire con i capelli raccolti a coda di cavallo: in questo modo le ciocche saranno meno spettinate e i nodi si formeranno più difficilmente.

Fonte: She Knows