Fabergé è tornata. La celeberrima casa di gioielleria famosa soprattutto per le uova decorate da metalli e pietre preziose chiusa nel 1917, in seguito alla rivoluzione russa, ha appena presentato una nuova collezione di gioielli.

Dopo varie vicissitudini infatti il marchio è stato acquisito da Pallinghurst, gruppo che opera nel settore della consulenza e degli investimenti soprattutto legati alle risorse naturali, e rilanciato grazie ad un forte investimento economico e alla collaborazione con un celebre artista francese, l’orafo di fama mondiale Frederic Zaavy.

Sotto la supervisione di Katharina Flohr, direttore creativo di Fabergé, Zaavy ha creato una collezione ispirata direttamente al capostipite della maison Peter Carl Fabergé, alla sua pregevole abilità artistica e alla capacità di rinnovarsi continuamente rendendo i propri oggetti veri e propri status symbol.

I gioielli potranno essere acquistati presso l’unico negozio di Ginevra o direttamente online dal sito di Fabergé, dove uno staff di consulenti di vendita sarà disponibile in ogni momento a rispondere alle domande del cliente, o ancora prendendo appuntamento con i venditori in una qualsiasi città in modo da poter vedere di persona l’oggetto.

Come ha affermato l’amministratore delegato di Fabergé, Mark Dunhill:

Fabergé sta definendo nuovi standard per l’industria del lusso, sfidando le consuetudini secondo le quali il cliente era per tradizione limitato da regole e rituali, orari di apertura e posizioni geografiche delle marche di lusso. Faberge.com offre al cliente il massimo della scelta personale, della convenienza e della flessibilità, con una trasparenza assoluta in tutto il processo di acquisto. In ogni fase, è il cliente a controllare il procedimento e guidare la relazione in modo confacente al proprio passo e stile. Le creazioni di alta gioielleria risuonano dell’eredità di Peter Carl Fabergé nell’arte, individualità e design innovativo, elevando la gioielleria a opere d’arte. La qualità e un valore duraturo sono più importanti che mai in questo momento. Quando l’economia si indebolisce, il vero lusso ritorna. La gente tende ad accostarsi ai propri acquisti speciali in maniera più accorta e discreta.