Fabio Volo, attualmente sul grande schermo col film “Il giorno in più” insieme alla giovane palermitana Isabella Ragonese, pare aver diviso i suoi innumerevoli fan di Facebook con i quali, come nelle migliori famiglie, ha avuto una lite a suon di messaggi sulla sua fanpage. Attacchi incrociati e al vetriolo che hanno portato il poliedrico artista a decidere di abbandonare la seguitissima pagina “Il volo del mattino”, di cui è conduttore da diversi anni su Radio Deejay.

Galleria di immagini: Il giorno in più

Il motivo di questa drastica presa di posizione è stato causato proprio dai tanti ammiratori di Fabio Volo, colpevoli – secondo lui – di aver esagerato con le anticipazioni su “Il giorno in più” che lo vede protagonista e che fino a venerdì era ancora avvolto dal mistero.

Molti dei più fedeli fan di Volo, avendo già letto il libro da cui è tratto il film, avrebbero dato libero sfogo alla fantasia, ipotizzando possibili episodi del romanzo messi poi in scena nel racconto filmico. Volo pare non abbia apprezzato l’idea, così da decidere di cancellare tutti i post che mettevano in luce momenti fin troppo dettagliati del libro, non prima di scrivere un messaggio molto chiaro:

«Scusate se cancello la descrizione del film. Non è censura, ma c’è gente che andrà al cinema a vedere un film e non solo le persone che hanno letto il libro. Il rispetto di tutti è sempre gradito in questa pagina Facebook».

Questo monito però, pare non aver avuto grande ascolto, tanto da fomentare ancora di più gli accaniti lettori che, non solo hanno criticato il gesto censorio dell’artista, ma hanno continuato imperterriti a pubblicare spoiler non richiesti.

Così, forse in segno di stizza, il Volo nazionale ha deciso di allontanarsi dalla sua pagina che oggi conta circa 68.000 utenti, salutando tutti con un deciso segno di disappunto:

«Non sono arrabbiato e non mi sono svegliato di cattivo umore, mi sono solo rotto di sentire giudizi, lamentele e leggere di persone che non pensano mai agli altri…».

Detto questo, ha chiuso il discorso, evidenziando ancora una volta che tra la vita reale e quella virtuale, di certo sceglie la prima:

«Il giorno che Facebook condizionerà il mio umore andrò da un medico a farmi curare. Ho scelto la vita parecchi anni fa…».

A questo punto ci si chiede se questa scelta sarà definitiva o solo dettata da un momento di forte stress.

Fonte: Fanpage de “Il volo del mattino”