Per Fabrizio Corona lo scorso fine settimana è stato un pessimo weekend. A dire il vero, se l’è andata un po’ a cercare: nel giro di 36 ore è riuscito a farsi multare per ben due volte.

Sabato pomeriggio, verso le ore 16.30, il fotografo famoso per lo scandalo di Vallettopoli è stato fermato alla guida della sua Lamborghini per aver effettuato una manovra pericolosa sul ponte diga di Melide, in Canton Ticino.

In particolare, la polizia cantonale ha riferito che Corona ha sorpassato due automobili viaggiando ad una velocità pari a 200 km/h, in un tratto dove sono presenti soltanto due corsie.

La polizia è riuscita a fermare l’auto accendendo il semaforo rosso all’ingresso della galleria della Biaschina e Corona è stato costretto a pagare una cauzione per proseguire.

Il giorno successivo, il fotografo è stato di nuovo fermato dai Carabinieri di Montechiaro d’Asti, i quali l’hanno trovato sprovvisto di patente di guida.

Per giustificarsi, Corona ha tirato fuori dalla tasca una fotocopia del suo foglio rosa, spiegando alle forze dell’ordine di essere in auto insieme alla sua attuale compagna Belen Rodriguez.

Ma per la legge italiana, al fianco della persona in possesso del foglio rosa deve esserci un conducente esperto che abbia conseguito la patente da almeno dieci anni e, a detta del quotidiano “La Repubblica”, Belen ha la licenza di guida da solo 9 anni.

In definitiva, Corona ha dovuto pagare 50 euro perché non aveva con sé il foglio rosa e 800 euro per non essere stato accompagnato da un conducente esperto.