A circa un mese dallo scandalo per la “relazione” tra Lele Mora e Fabrizio Corona, è arrivato il momento delle scuse da parte del fotografo, con una lettera indirizzata al talent scout italiano.

All’inizio della lettera, Corona ammette ufficialmente di aver sempre saputo che Lele Mora era innamorato di lui e che aveva addirittura alcune ricevuto avance da parte dell’agente TV.

Nei primi tempi della nostra conoscenza mi hai fatto capire che ti piacevano gli uomini. E mi hai fatto capire, con garbo, che ti piacevo anch’io. Mi hai perfino un po’ corteggiato, in modo discreto e rispettoso, invitandomi a feste e facendomi tante gentilezze. Io, però, ti ho subito fatto capire che non ero il tipo da cedere alle tue attenzioni. E tu, con intelligenza, hai fatto subito un passo indietro.

E poi è arrivato lo scandalo: sulle testate di tutti i rotocalchi sono apparse le foto di Mora con il “suo” Fabrizio e le dichiarazioni del famoso manager che rivelava ai lettori della sua storia con Corona. Ma a far infuriare il fotografo è stato essere definito “mantenuto” dall’opinione pubblica:

Mi ha mandato su tutte le furie il fatto che io, da quelle presunte “rivelazioni” date in pasto alla stampa, facessi la figura meschina e spregevole del mantenuto, del buono a nulla che vive alle spalle del suo amante. Proprio io che mi sono fatto da solo, lavorando come un forsennato. Proprio io che, negli anni del nostro sodalizio, ero diventato un padre di famiglia.

Solo dopo le dichiarazioni di Lele Mora sull’amore platonico, quando il manager ha dichiarato di non aver mai avuto rapporti sessuali con Fabrizio Corona, il fotografo ha deciso di fare un passo indietro e di chiedere scusa a Mora per non averlo aiutato economicamente quando ne aveva davvero bisogno:

Mi sono accorto solo ora che sarebbe stato mio dovere ricambiare a un amico come te quell’aiuto che tu mi avevi più volte concesso e senza mai battere ciglio. Ma purtroppo non l’ho fatto. E ora voglio chiederti pubblicamente scusa per quell’episodio.