È disperato per la decisione del Tribunale di Milano che ha deciso di tenerlo sotto stretta sorveglianza, condannando Fabrizio Corona all’obbligo di dimora dalle 21 alle 7 per un anno e sei mesi, poichè considerato un soggetto pericoloso per la sicurezza pubblica. Non dovrebbe avere libertà di movimento, considerando che il controllo delle autorità competenti potrebbero arrivare in qualsiasi momento, dovesse trasgredire le regole, ci sarebbe l’arresto immediato.

Intervistato dal settimanale Novella 2000, Fabrizio Corona ha fatto tutte le sue rimostranze, si sente trattato come il peggiore dei delinquenti, ammette tutte le sue colpe ma, aggiunge, dal 2008 non commette più reati. La situazione non è facile:

“Per un anno e sei mesi ho l’obbligo di fissa dimora nella mia casa a Milano. Vuol dire che dalle 9 di sera alle 7 del mattino non sono libero di uscire. E mi ritirano pure la patente, oltre al passaporto che non mi vogliono ridare. Come farò a lavorare, così. Ho centinaia di serate ed eventi in programma. Mi hanno fottuto”

La maggior preoccupazione per Fabrizio Corona è proprio il lavoro:

“Certo che penso al lavoro! Lo faccio anche per dimostrare al Tribunale che sono in regola, che ho un’occupazione, che non sono un balordo come pensano. Ho un’attività che rende centinaia di migliaia di euro all’anno, ho 35 dipendenti, e proprio in questi giorni in cui stavo lavorando a un grande progetto, è arrivata l’ennesima mazzata. Non ce la faccio più”.

Pensa di aver espiato le sue colpe, ha perso la sua società, sua moglie Nina Moric e Belen Rodriguez, consapevole che con la prospettiva di andare in carcere, non sarà facile avere una vita privata:

In un certo senso mi sento sollevato di non stare più con Belen. Avevamo un progetto di famiglia, lei voleva un figlio da me, ma tutto ciò era impossibile. Diciamo che va bene così, che doveva andare così. Ora con Stefano può avere una vita normale. Se la merita”.

Parole buone anche l’ex moglie:

“Nina ha trovato un uomo che la ama e la rispetta, e mio figlio Carlos sa di poter contare su di lui. E questo per me è importante. Anche mia mamma Gabriella è più serena e pronta ad accettare la mia sorte. E’ una donna forte e può contare su mio fratello Federico, che ha la testa a posto”.

Dov’è finito lo strafottente Fabrizio Corona? “Oggi c’è un uomo, non più un ragazzo, che ha voglia di rifarsi una vita e pensa di averne diritto. O forse volete vedermi tutti morto?”