Fabrizio De André torna in vita: una raccolta della sua voce dal vivo è stata da poco pubblicata, per la gioia di tutti gli amanti del cantautore genovese.

Si chiama I Concerti e raccoglie, in sedici dischi, gli otto tour che Fabrizio De André ha fatto dagli inizi della sua carriera musicale fino agli ultimi anni.

Galleria di immagini: Fabrizio De André

Si tratta di un cofanetto preziosissimo, in cui non solo è possibile trovare i dischi, ma anche foto dei concerti, immagini dei biglietti storici, scatti dei backstage rimasti inediti: un modo per raccogliere tutta l’esperienza di quei magici momenti che il Faber ha regalato a molte generazioni.

Il primo concerto che, in ordine di tempo, è possibile trovare nella raccolta è quello del 15 marzo 1975, giorno in cui De André debuttò a La Bussola con Storia di un impiegato. Si prosegue con il live del 1978/’79, insieme alla PFM e con quello del 1981/’82 (L’Indiano) e, poi ancora, si approda al 1984 con Cre’uza De Ma, al 1991 con Le Nuvole e al 1992/’93 con In teatro. Non mancano le ultimissime apparizioni del cantautore in scena: sono presenti anche i dischi del tour del 1997 (Anime Salve) e del 1997/’98, Mi Innamoravo Di Tutto.

Un atto dovuto, oltre che di importanza storica e culturale, quello dell’etichetta Nuvole Production, distribuita da Sony Music: un modo per garantire l’immortalità di un musicista che, oggi come allora, sembra non conoscere barriere musicali e temporali.

Fonte: Adnkronos