Problemi di fame nervosa? Come bloccarla è una domanda che si pongono in molte, infatti capita a tantissime persone di mangiare più per golosità o per combattere lo stress che per vero appetito. Ecco di seguito dunque alcuni trucchi e consigli per riuscire a meglio controllare l’impeto che ci porta a mangiare tutto ciò che troviamo sotto mano, più o meno senza alcun controllo.

Spesso la fame nervosa si avverte di più nei periodi di forte stress, ansia e/o tensione, e per “sentirsi meglio” si inizia a mangiare fuori pasto, soprattutto si punta ad alimenti non proprio sani, come cibi grassi o pieni di zucchero, che mettono a dura prova non solo la salute ma anche la linea.

Il primo consiglio per bloccare la fame nervosa è quello di uscire all’aria aperta per fare un po’ di sport o una lunga passeggiata, meglio se in aree verdi. Fare attività fisica infatti aiuta a liberarsi dallo stress, di conseguenza sarà poi più semplice resistere alla voglia di abbuffarsi. Può essere utile infatti per distrarre la mente.

Bisognerebbe poi evitare i picchi glicemici facendo una dieta corretta che preveda 5 pasti al giorno, ovvero una colazione abbondante, un pranzo e una cena leggeri e uno spuntino di metà mattina e metà pomeriggio, evitando bevande eccitanti come ad esempio il caffè o cibi grassi come patatine e fritture. Prediligere invece cibi ad alto contenuto di fibre, che aiutano a sentirsi sazi più a lungo rispetto ad altri alimenti.

Ci sono anche alcuni alimenti spezza fame perfetti per combattere la fame nervosa, e sono:

  • uno yogurt con un po’ di cereali ricchi di fibre
  • frutta secca
  • insalata e verdure a foglia verde
  • frutta, come le mele
  • mezzo bicchiere di latte lontano dai pasti.

Proseguendo in tema di fame nervosa e alimentazione: per riuscire a bloccarla potrebbe aiutare moltissimo il masticare lentamente durante i pasti. Farlo, infatti, aiuta a gustare di più il cibo, a migliorare il proprio comportamento a tavola e alla digestione.

A ogni modo, per fermare la fame nervosa non bastano alcuni trucchi. Bisognerebbe sempre individuare e affrontare il motivo che causa questo disturbo, capire dunque i fattori che lo scatenano e cercare di superarli. Un piccolo esercizio per riuscirci è cercare di ricordarsi l’ultima volta che si è stati vittime della fame nervosa, e provare a capire perché accade in quelle situazioni.