I fanghi alle terme sono una delle migliori cure di bellezza per la pelle, e anche fonte di estremo benessere. Inoltre la fangoterapia è molto utile in caso di infiammazioni e per curare reumatismi, artrite e artrosi. Vediamo quindi quali sono nel dettaglio i benefici di questo piacevole trattamento.

I fanghi termali sono molto utili nel combattere lo stress attraverso la fase di rilassamento muscolare che inducono naturalmente, inoltre purificano e disintossicano la pelle che appare subito più levigata e morbida al tatto. Anche la circolazione sanguigna trae notevoli benefici dalla fangoterapia con un effetto drenante e anticellulite.

Non ultimo l’effetto benefico sulle infiammazioni e sui dolori articolari. Esistono poi degli speciali fanghi termali salso-bromo idrici e di estratti di quillaja saponaria, trigonella, kigelia e luppolo che donano un effetto tonificante al decoltè.

Per eseguire nella maniera ottimale la fangoterapia occorre tenere a mente delle regole precise e affidarsi alla professionalità di centri specializzati. La temperatura del fango deve essere di circa 50 °C, con una media di 47 °C. La durata dell’applicazione non dovrebbe mai oltrepassare i 15-20 minuti con una sola applicazione giornaliera. Dopo l’applicazione, rimosso il fango, si effettua un bagno in acqua normale o minerale alla temperatura di 37-38 °C. Ogni quattro giorni è essenziale un giorno di riposo e tutto il ciclo di cura non deve superare dodici o quindici applicazioni.

In Italia ci sono molti luoghi famosi per le loro cure termali all’interno di appositi stabilimenti o anche alberghi. Tra i più noti sicuramente le Terme di Fiuggi, specializzate nella cura di affezioni urinarie e dell’artrosi. a Abano Terme i trattamenti utilizzano il “fango maturo” che ha ottenuto addirittura un brevetto europeo e ha la peculiarità di sollecitare l’attivazione nel corpo di meccanismi naturali di autoguarigione oltre che combattere efficacemente gli inestetismi cutanei.

Per chi invece volesse provare a applicare i fanghi in casa occorre tenere presente alcuni consigli fondamentali: prima di tutto accertarsi della qualità del prodotto e leggere bene le etichette. Se si hanno problemi circolatori la temperatura non deve essere troppo alta.

Per combattere gli inestetismi della cellulite applicate i fanghi sulla parte interessata, poi bendate con la pellicola trasparente che si usa in cucina e lasciate in posa per circa 45 minuti. Rimuovete il fango sotto la doccia con acqua tiepida. Tre applicazioni nella prima settimana seguite da 2 per le seguenti 3 settimane daranno degli ottimi risultati e benefici visibili.

Fonte: obiettivo benessere.