Federica Pellegrini passa dal nuoto alla ristorazione. Ma solo come fondatrice. La campionessa italiana ha annunciato di aver aperto un lounge bar, chiamato “Tacco 11“, con nome e logo scelti personalmente, che sarà gestito interamente dalla famiglia.

Il nome non è stato pensato a caso. Tacco si riferisce a una delle più grandi passioni di Federica Pellegrini, i tacchi, mentre la cifra è la somma del voto ottenuto alla Maturità dal fratello Alessandro (74).

Il locale è stato aperto a Spinea, in provincia di Venezia, e sarà gestito dal papà Roberto, che ha lasciato il suo lavoro di barman in un albergo di Venezia, da mamma Cinzia, la quale si è invece licenziata dal suo posto di segretaria presso una piscina di Mestre, e infine appunto dal fratello Alessandro, neo-diplomato dalla scuola alberghiera che ricoprirà anche il ruolo di socio di maggioranza.

Il Tacco 11 è stato costruito all’interno di una vecchia stalla che era già stata utilizzata in passato come pizzeria e pinoteca. In 40 giorni di lavori, il locale si è trasformato in un tipico bar veneziano.

All’inaugurazione di ieri sera, Federica Pellegrini ha scambiato anche qualche parola con la stampa:

«È il sogno di mio padre che si avvera, sono felice di avergli fatto questo regalo di Natale. Ho scelto il logo ma non penso mi vedrete dietro al bancone. Londra 2012? Inizierò gli allenamenti con Rossetto il 27 dicembre, i suoi metodi mi piacciono e spero di trovare la serenità che mi serve per preparare l’Olimpiade. Filippo Magnini? Sono innamoratissima e stiamo bene. Grazie a lui ho ripreso a vivere con leggerezza»

La nuotatrice è tornata peraltro sul recente ennesimo cambio di allenatore dopo il “divorzio” con Bonifacenti, ammettendo di essere rimasta delusa dall’accaduto.

«Non sono stata io a lasciare Bonifacenti, ma è stato lui ad andarsene dopo una discussione, una di quelle che capitano in ogni buona famiglia. Il nuovo cambiamento tecnico avrei preferito non doverlo fare, sono rimasta male per il suo addio perché non me lo aspettavo».