Simona Riso. Ennesimo nome che va ad aggiungersi ad un lungo elenco che sta tristemente segnando questo 2013: quello di donne che hanno perso la vita per mano di un uomo, solitamente un loro parente, un compagno, un ex-ragazzo.

Simona, 28 anni, è stata trovata in fin di vita nel cortile di casa sua, nel paesino di San Calogero, in provincia di Vibo Valentia. Trasportata d’urgenza all’Ospedale di San Giovanni dove è morta poco dopo. Si è inizialmente pensato ad un suicidio, ma la famiglia ha subito parlato di omicidio volontario per mano di un conoscente e ora la procura lavora su questa pista, non escludendone però altre.

La zia di Simona ha dichiarato alla polizia: “Prima di morire in ambulanza ha detto ai medici di essere stata violentata. Non si è buttata, l’hanno pestata“. Aiutata dalle cugine e dal fratello della 28enne, la donna ha portato via i vestiti e gli oggetti della nipote. La famiglia ha infatti ricevuto il nullaosta per il trasferimento della salma e già questa mattina si sono svolti i funerali nel paesino di San Calogero, in provincia di Vibo Valentia.