Quello tra il Belpaese e le vetture di razza, si sa, è un binomio vincente: pensiamo alla Lamborghini e all’Alfa Romeo prima, alla Maserati e soprattutto alla Ferrari oggi, tutti marchi che hanno saputo diventare esempi di stile e di sportività.

Su questo argomento si è soffermato il Presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, in occasione della presentazione dell’ultima nata del Cavallino Rampante, la Ferrari 458 Italia.

Abbiamo voluto dedicare all’Italia una vettura bella, dalle prestazioni straordinarie. Con un livello di innovazione mai raggiunto da nessuna Ferrari prima d’ora. Un tributo all’Italia e alla sue caratteristiche uniche, che rendono il lavoro, i prodotti italiani e l’intero Paese sinonimo di eccellenza, creatività e qualità nel mondo

Ha sottolineato il Presidente, e in effetti di appeal questa vettura ne ha da vendere: dalle linee disegnate dalla matita di Pininfarina, alla nuova disposizione del posto guida concepito con l’aiuto di un ex campione del mondo di Formula 1 come Michael Schumacher, fino al motore, il vero gioiello di questa fantastica macchina.

Parliamo infatti di un V8 da 4.499 cc ad iniezione diretta di benzina, capace di sviluppare una potenza di ben 570 cavalli (127 cavalli per litro, un record per la casa di Maranello) sapientemente gestiti dal cambio F1 a doppia frizione.

Il prezzo è ancora top secret, non ci resta che aspettare il Salone di Francoforte per avere ulteriori informazioni.