Ferrari, sinonimo in tutto il mondo dell’auto di lusso “made in Italy”, potrà, nel prossimo futuro, dare vita a promettenti modelli su due ruote, ovviamente senza dover rinunciare a lusso e funzionalità.

Nel lontano 2005 nacque l’idea di Ferrari Superbike dalla mente del designer industriale israeliano Amir Glinik.

Non è una semplice moto, ma la sintesi di anni di tecnologia applicata alle quattro ruote. La sua essenza è contenuta in V4, il motore della mitica Ferrari Enzo, modificato ad-hoc per l’occasione.

La console dei comandi è molto simile a quelle allestite sui volanti delle Formula 1, adattata sullo stile dell’F-16 fighter jet. Immancabile un touchscreen, dal quale potrete accedere ai comandi stereo e ad un computer di viaggio.

Per la carrozzeria saranno disponibili due colorazioni, rosso fuoco per gli irrinunciabili della tradizione, e una deliziosa variante giallo brillante per i meno conservatori.

Ad ogni modo non dimentichiamo che stiamo sempre parlando di una Ferrari e, anche se ha una forma diversa da quelle a cui siamo abituati, non credo che avremo sconti sul prezzo d’acquisto solo perché ha due ruote in meno. La fase di realizzazione è per ora ferma ma sono sicuro che non avremo sorprese a riguardo.