Il red carpet della Festa del Cinema di Roma 2015 è sempre meno glamour. Abbiamo già accennato allo scarseggiare di star, ma almeno il week-end è stato un po’ movimentato dalla presenza di Ellen Page.

Galleria di immagini: Festa del Cinema di Roma, le foto di Wes Anderson e Dario Argento

L’inizio di settimana, invece, fa registrare calma piatta. L’unico personaggio di spicco è stato Wes Anderson, regista di piccoli capolavori come “I Tenenbaum” o “Grand Budapest Hotel”, protagonista di un incontro insieme alla scrittrice Donna Tartt (vincitrice del Premio Pulitzer, nel 2014, con il romanzo “Il cardellino”). Per lui un completo di velluto marrone abbinato a una camicia a quadretti, a una cravatta nera e a dei mocassini inguardabili ma soprattutto consumati: va bene fare gli artisti alternativi, ma almeno vestirsi decentemente dovrebbe essere un dovere (oltre che un piacere) per tutti.

Donna Tartt invece non si è smentita e ha optato per un look maschile, però anche lei avrebbe avuto bisogno dell’aiuto di una stylist: si è infatti presentata con jeans, giacca scozzese, camicia a righe, cravatta a rossa e stivaletti alla caviglia stringati. Insomma, non è stato un bel vedere.

In giornata è stato avvistato anche Eric Cantona, ex campione di calcio e ora attore, in casual look con tanto di giubbotto di pelle.

Che dire: tutti quanti dovrebbero andare a lezione di stile dai grandi maestri del cinema, che sono poi arrivati in serata. Stiamo parlando di Dario Argento e William Friedkin (ovvero il regista de “L’esorcista”), che si sono presentati entrambi senza cravatta ma con outfit eleganti e al tempo stesso non troppo seriosi. Per il primo un completo scuro con gilet blu e camicia bianca, per il secondo camicia nera, giacca grigia e pantaloni marroni. Certo, è innegabile che abbiamo mescolato troppi colori, ma l’effetto finale non è stato male.

E pensare che due come loro dovrebbero fare paura, invece il vero orrore, almeno sul red carpet, era già arrivato nel pomeriggio grazie al già citato duo Anderson-Tartt. Non resta che augurarci che nei prossimi giorni look e glamour riprendano il loro posto sul tappeto rosso.