La Festa della donna è un’occasione per uscire con le amiche o il proprio compagno in un ristorante, dove si tengono in questa giornata speciale delle feste a tema. Semel in anno licet insanire dicevano gli antichi, per cui per una sera ci si può anche lasciare andare a feste pazze, e naturalmente a ottimo cibo, sebbene non sia esattamente questo il significato di questa festa.

Sono tanti gli eventi in Italia pensati per la Festa della donna. Le grandi città sono piene di appuntamenti culturali, ma anche ludici. In moltissime città l’ingresso ai musei sarà gratuito, a partire da Milano. Dove, ad esempio, all’Enterprise Hotel ci sarà il “Wine Party” che prevede degustazione di vini e djset al costo di 45 euro, mentre alla chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore ci sarà un aperitivo letterario dal titolo “Incontrando le donne illustri del 1500 a Milano“: la festa però sarà posticipata al 10 marzo alle 16, costo 30 euro. Sempre a Milano e sempre l’8 marzo, degustazione di cioccolato e whisky all’Entropia.

La degustazione è infatti la parola d’ordine di questo 8 marzo, che punta alle donne raffinate, che oltre a saggiare il buon cibo, sappiano anche degustare il vino. Il tutto accompagnato da un menu speciale, come quello che attende le avventrici de La Pineta di Marina di Bibbona. Ad attenderle dei sommielier dell’AIS che guideranno la degustazione con 40 vini di grandissimo livello dei quali sarà anche raccontata la storia. Il menu prevede minestra di pesce con carpaccio di gallinella come antipasto, ravioli di mare con crema d’aglio e salvia fritta, seppia nera con filetti di triglia spadellati e tortino di mele con gelato al vin santo.

A Roma, allo sporting club di Parco De Medici alla cena sarà accompagnato lo strip maschile, balli in discoteca, karaoke e altro divertimento. La cena costa 25 euro, servita a un tavolo riservato, e prevede un menu che comprende l’aperitivo di benvenuto a bordo piscina, bruschettine dello chef, mezze maniche all’amatriciana, arrostini misti cotti su pietra lavica, focaccine fantasia, insalata mista e tiramisù alla veneta.

Modena infine riserva una serata speciale con l’iniziativa Giovedì Gastronomici. Si tratta di un’iniziativa che coinvolge 23 ristoranti della provincia che vuole valorizzare le tipicità del territorio e i piatti regionali. Via libera quindi a prosciutto, lambrusco, parmigiano e aceto balsamico, che vengono combinati in dei piatti assolutamente unici preparati da bravi chef. Per conoscere i ristoranti convenzionati si può visitare il sito www.confesercentimodena.it.