Ecco una perfetta occasione per poter unire l’utile al dilettevole. Domenica 9 maggio, infatti, la Festa della mamma farà da sfondo, come ogni anno, alla ormai consueta iniziativa della vendita di migliaia di azalee nelle piazze italiane, a opera dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (Airc).

Un’idea regalo fresca, semplice e sempre ben accetta quella dei fiori, soprattutto se, poi, con soli 15 euro si può contribuire a qualcosa di più grande. I volontari saranno più di 20.000, e si impegneranno a distribuire oltre 650.000 azalee in 3.500 piazze d’Italia a chiunque voglia acquistarle.

Creare un momento di informazione e prevenzione, è questo l’obiettivo dell’associazione che, da anni, consegue risultati importanti nella ricerca contro il cancro, anche grazie al contributo dei comuni cittadini. Si legge, infatti, sul Corriere della Sera:

Molti fattori hanno contribuito a migliorare notevolmente le possibilità di guarigione per alcune forme di cancro […] Dalle tecnologie più innovative all’atteggiamento più consapevole da parte di una popolazione sempre più informata. Per rendere il cancro sempre più curabile ognuno può fare la sua parte con 15 euro, portandosi a casa un’azalea.

Contrariamente a quanto si pensa, si parlerà anche di prevenzione e ricerca dei tumori maschili, oltre che di quelli femminili. Proprio per questo, insieme alle azalee saranno distribuiti degli opusculi informativi, delle piccole guide alla salute adatte a tutta la famiglia, intitolate “Donna e uomo uniti nella prevenzione”.

È importante sapere come tutelare la propria salute, ed è importante imparare a farlo quotidianamente, affinché diventi un atteggiamento parte integrante del proprio stile di vita.

Sembra essere questo il consiglio dei ricercatori che, ancora una volta, ricordano a tutti le poche, semplici ma fondamentali regole per una vita all’insegna del benessere generale: frutta, verdura e fibre in gran quantità, alcol, grassi e carne ridotti al minimo. L’attività fisica non deve mai mancare e, ovviamente, il fumo deve essere assolutamente bandito.

Per sapere se la piazza della vostra città ospiterà gli stand dell’Airc, o per conoscere quella più vicina, vi invitiamo a visitare il sito dell’Associazione.