Con il Festival Internazionale del Film di Roma ormai agli sgoccioli, con la cerimonia di premiazione iniziata alle 18.30 dopo il red carpet su cui hanno sfilato gli artisti che in questi giorni si sono alternati nelle sale cinematografiche e nei dibattiti, è già il tempo di iniziare a tirare le somme di questa sesta edizione. Con i dati sulle presenze in rialzo rispetto al 2010, compreso un discreto aumento di pubblico che in questi nove giorni ha letteralmente preso d’assalto l’Auditorium-Parco della Musica di Roma, il Festival si conferma una certezza per il panorama cinematografico italiano, quest’anno provato ancora maggiormente dalla crisi che ha colpito il settore.

Galleria di immagini: Film e protagonisti al Festival del Cinema di Roma

Non solo la selezione ufficiale, con i suoi 15 film in concorso, ma anche tutte le sezioni collaterali sono state un vero e proprio richiamo per gli spettatori, grazie anche alla qualità degli stessi, dalla sezione Alice nella Cittàmdedicata a bambini e ragazzi a L’Altro Cinema | Extra dedicato ai documentari, passando per Occhio sul mondo | Focus, che quest’anno ha portato il meglio della cinematografia UK grazie alcune perle come “The British Guide to Showing Off” di Jes Benstock, il film tv “Page Eight” di David Hare con un cast di stelle come Rachel Weisz, Ralph Fiennes e Bill Nighy, e “Tyrannosaur” di Paddy Considine con l’ottima prova di Peter Mullan.

In attesa della cerimonia del Festival Internazionale del Film di Roma, sono già stati diffusi i vincitori dei premi collaterali tra cui spicca anche il nome del primo premio della Vetrina dei giovani cineasti italiani; in questo frangente, il vincitore è stato Ruggero Dipaola, con il suo “Appartamento ad Atene” presentato lo scorso 30 ottobre. La Farfalla d’oro – Agiscuola è andata a “Hotel Lux” di Leander Haussmann, mentre il premio HAG – Pleasure Moments, sponsor ufficiale del Festival del Cinema di Roma, se l’è aggiudicato “Pina” di Wim Wenders, primo film in 3D del regista tedesco dedicato alla vita della coreografa Pina Bausch. Gli interpreti Francesco Scianna e Pierfrancesco Favino de “L’industriale” di Giuliano Montaldo, film non in concorso della selezione ufficiale sono andati rispettivamente il premio L.A.R.A., la Libera Associazione Rappresentanza di Artisti, al miglior interprete italiano e il 3 Social Movie Awards.

Il premio Lancia Eleganza e Temperamento è stato conferito alla bellissima Zhang Ziyi per l’interpretazione di Qin Qin nel film “Love for Life”, mentre l’award Distribuzione Indipendete alla miglior opera da svelare (sezione L’altro Cinema | Extra) è andato a Turn Me On, Goddammit! di Jannicke Systad Jacobsen, un racconto di formazione sui turbamenti erotici di un’adolescente norvegese. Ultimi ma non meno importanti Girl Model di David Raimond e Ashley Sabin e la menzione speciale per “The Dark Side of the Sun” di Carlo Shalom Hintermann per ENEL CUORE, Premio Speciale WWF “Urban City – Green Style” ad African Women; in viaggio per il NObel della pace di Stefano Scialotti, “Rising Voices” di Bénédicte Liénard e Mary Jimenez per il Premio Focus Europe al miglior Progetto Europeo e “Off Frame” di Mohanad Yaqubi per Eurimages Co – Production Development Award chiudono i premi collaterali della sesta edizione del Festival Internazionale del Film di Roma.