Il sesto giorno del Festival Internazionale del Film di Roma si è aperto con l’ultimo film italiano in gara; si tratta di E la Chiamano Estate di Paolo Franchi, accolto in maniera piuttosto fredda dalla platea di addetti ai lavori che questa mattina era presente in proiezione stampa. A decretarne però la riuscita o meno, sarà invece il pubblico che, alle 22.15, assisterà all’anteprima accompagnata dalla presenza del regista e del cast al gran completo sul red carpet con {#Isabella Ferrari} e Jean-Marc Barr, Luca Argentero che ritorna dopo la presentazione di Le Guetteur (Il Cecchino) di Michele Placido, Eva Riccobono, Filippo Nigro e Anita Gavros.

Galleria di immagini: Festival del Cinema di Roma 2012

Il regista de La Spettatrice e Nessuna qualità agli eroi non ha convinto pienamente i giornalisti del Festival del Cinema di Roma con la sua relazione poco convenzionale tra Dino e Anna, interpretati rispettivamente da Barr e dalla Ferrari. Una storia d’amore sopra le righe, a tratti fin troppo chiusa in se stessa, fatta di mancati rapporti fisici ricercati al di fuori del rapporto di coppia al fine di scongiurare l’allontanamento che potrebbe sancirne una fine da entrambi temuta.

Secondo film in concorso della giornata è invece Ixjana, opera seconda di Józef e Michał Skolimowski. Grande attesa per l’incontro tra Italia e Hollywood. Infatti, oggi è stata anche la giornata dell’attesissimo {#Sylvester Stallone}. Infatti, dopo il bagno di folla subito alcuni giorni fa al Teatro di Tor Bella Monaca, l’attore statunitense farà il bis alle 19 quando calcherà il red carpet per presentare Bullet to the Head insieme al regista Walter Hill, il quale riceverà proprio in questa occasione il Maverick Director Award, riconoscimento assegnato ai protagonisti del cinema contemporaneo che si sono distinti grazia alle loro opere fuori dal coro.