Il Festival di Cannes 2017 è finalmente iniziato, attirando tutte le attenzioni su di sé: nella prima giornata di kermesse, ha dato scalpore il nudo frontale di Marion Cotillard nel film d’apertura Les Fantômes d’Ismaël, e il red carpet di debutto ha come sempre illuminato la Croisette. Protagonista della cerimonia d’apertura è stata Monica Bellucci, scelta come madrina della 70° edizione del Festival.

La modella e attrice italiana ha sfoggiato per l’occasione un abito lungo color blu notte senza spalline di Dior, realizzato con veli di tulle e chiffon e trasparenze su braccia e gambe. Monica Bellucci ha illuminato il décolleté con un vistoso girocollo, mentre ha raccolto i capelli lateralmente.

Oltre che per il suo fisico mozzafiato e la sua bellezza senza tempo, Monica Bellucci è stato anche protagonista di un momento hot: arrivata sul palco della cerimonia di inaugurazione del Festival di Cannes – che si è tenuta preso il Palais des Festival et des Congrès di Cannes – per presentare la giuria e il Presidente Pedro Almodovar, l’attrice ha baciato appassionatamente sulle labbra il comico francese Alex Lutz, come parte di un sketch comico.

Qualche giorno fa, in un’intervista al Daily Telegraph, Monica Bellucci ha spiegato di fare pochissimi sforzi per mantenersi in forma, poiché alla palestra preferisce godersi la vita e mangiare pasta e dolci. “Non sono una di quelle persone che si sveglia alle 6 del mattino per andare in palestra”, ha dichiarato, “la verità è che mi piacciono dolci e la pasta, un bicchiere di vino e ogni tanto una sigaretta. Il mio consiglio è: mangiate bene, bevete bene, fate buon sesso – e ridete molto. Il resto viene da sé”.

Anche se ha sottolineato come sia contenta che si inizi a non abusare più con Photoshop e che le persone stiano imparando ad apprezzare i difetti delle celebrità, Monica Bellucci ha anche aggiunto che “ringrazio il paradiso per il ritocco. È il ritocco che ci salva”.

 

Parlando invece della presenza di molte donne forti al Festival di Cannes 2017, la 52enne ha dichiarato a WWD che questo è “un segno dei tempi”. “Quando ero bambina, sognavo molto sulle più importanti donne italiane come Sofia Loren, Silvana Mangano e Monica Vitti, ma al tempo, per le attrici in tutto il mondo, nonostante la loro bellezza e talento, dopo i 40 anni diventava veramente difficile proseguire con la carriera. Adesso le cose stanno cambiando”.

Galleria di immagini: Festival di Cannes 2017, le foto dal red carpet

“Io vivo in Francia dove ci sono queste incredibili attrici come Isabelle Huppert, Catherine Deneuve o Nathalie Baye, e in Inghilterra avete Helen Mirren e Judi Dench. Anche in James Bond, anche se per 15 minuti, abbiamo assistito a una forte reazione al ruolo – Monica è apparsa in Spectre – perché per la prima volta nella storia una donna matura era tra le braccia di Bond”.