Dall’8 al 19 maggio 2018, riflettori accesi sul red carpet più celebre della Costa Azzurra: sulla Croisette, infatti, sfileranno attori e registi dei film in concorso e non, ospiti del Festival di Cannes 2018, 71 esima edizione della celebre kermesse cinematografica diretta ancora una volta da Thierry Fremaux. A presentare la cerimonia d’apertura e quella di chiusura sarà l’attore Édouard Baer.

Leggi anche: Festival di Cannes 2018, gli ospiti attesi in Croisette | Festival di Cannes 2018, date, giuria, biglietti, manifesto

Il poster ufficiale di questa edizione è il celebre bacio tra Jean Paul Belmondo e Anna Karina nel film Il bandito delle 11 (Pierrot le fou) diretto da Jean-Luc Godard nel 1965.

© Maquette: Flore Maquin – Photo: Pierrot le fou ©Georges Pierre

Attesissimi i due presidenti di giuria, Cate Blanchett, presidente della Selezione Ufficiale, e Benicio del Toro, della giuria della sezione Un Certain Regard.

Tante le attrici presenti in giuria, a cominciare da Kristen Stewart, Léa Seydoux e Chloë Sevigny (quest’ultima nella Settimana della Critica).

Il film d’apertura sarà Todos lo saben diretto dal regista Asghar Farhadi (regista de Il cliente), con Penélope Cruz e Javier Bardem che inaugureranno il red carpet.

Penelope Cruz e Javier Bardem (Foto: Getty Images)

Il 13 maggio, a 50 anni dall’anteprima mondiale tenuta a Washington (2 aprile 1968), la sezione Cannes Classics offrirà al suo pubblico un’esclusiva proiezione di 2001 Odissea nello spazio di Staley Kubrick, per la prima volta in versione 70mm restaurata dalla Warner Bros. Picture sotto la supervisione di Christopher Nolan che presenterà il film.

Fra i film italiani a Cannes, ci sono quelli di Alice Rohrwacher e di Matteo Garrone; spazio anche per Valeria Golino, Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea.

Ospiti internazionali? Tanti, a cominciare dal cast di Solo, nuovo spin off della saga di Star Wars. Ci potrebbe essere Emilia Clarke, Alden Ehrenreich, Woody Harrelson, il regista Ron Howard e Donald Glover.

Foto: courtesy press office

Probabile la presenza di Terry Guilliam e Adam Driver, con il film di chiusura The Man Who Killed Don Quixote, Andrew Garfield per Under the Silver Lake di David Robert Mitchell e Spike Lee, con BlacKkKlansman.

Torna Lars Von Trier, assente dalla Croisette dal 2011: durante la presentazione alla stampa di Melancholia con Kirsten Dunst, il regista danese si lasciò andare improvvide dichiarazioni filonaziste. Il suo The house that Jack Built, protagonisti Matt Dillon e Uma Thurman, sarà a Cannes 71.

Continua, invece il bando ai selfie: Thierry Fremaux, in un’intervista al magazine francese Le Film Français, ha intimato a un ritorno alla sacralità del rito del red carpet, parlando di “degenerazione verso il triviale di quello che è uno dei momenti più alti del festival, con problemi che si creavano non solo sul red carpet”.

Laury Thilleman e Juan Arbelaez al 70° Festival di Cannes (Foto: Getty Images)