Il {#Festival di Cannes 2012} si chiude con la vittoria di {#Amour}, pellicola diretta dal regista Michael Haneke che si è aggiudicata l’ambita Palma d’Oro per il miglior film della 65ª edizione; per l’austriaco è la seconda volta, visto che già nel 2009 si era aggiudicato lo stesso premio grazie a Il Nastro Bianco. Il Prix de la mise en scène dedicato alla miglior regia è invece andato al messicano Carlos Reygadas, in concorso con Post Tenebras Lux.

Galleria di immagini: Cannes: Amour e The Hunt

Anche l’Italia riesce a farsi largo tra i grandi nomi del Festival di Cannes: il merito va tutto a {#Matteo Garrone}, tra i favoriti della kermesse, che con il suo Reality, interpretato da Aniello Arena, Loredana Simioli e Claudia Gerini, conquista il Grand Prix Speciale della Giuria, stesso riconoscimento guadagnato nel 2008 per l’acclamato Gomorra. Il Premio della giuria, invece, lo porta a casa Ken Loach grazie a The Angels’ Share, lasciando così a bocca asciutta Cosmopolis di David Cronenberg, tra i probabili vincitori del Festival.

La giuria presieduta da {#Nanni Moretti} ha assegnato anche i riconoscimenti ai migliori interpreti: il Prix d’interprétation masculine è andato a Mads Mikkelsen per The Hunt del danese Thomas Vinterberg, mentre il Prix d’interprétation féminine se lo sono aggiudicate a ex aequo Cosmina Stratan e Cristina Flutur, le due protagoniste del controverso film di Cristian Mungiu Beyond the Hills. Alla pellicola del regista rumeno è andato anche il premio dedicato alla sceneggiatura, il Prix du scénario, assegnato allo stesso Mungiu.