A sessantotto anni Richard Gere decide di interpretare una storia familiare in: “Hechiko: A dog’s story“, l’attore americano nel film è diretto da Lasse Halstrom.

La cronaca racconta di un Gere parecchio titubante nel voler recitare accanto al cane, in quanto consapevole che nei film bambini e animali rubano la scena anche ad una stella di Hollywood.

La storia racconta di un cane e della sua totale devozione, che spinge il fedelissimo compagno ad attendere tutti i giorni alla stazione, sempre alla stessa ora il padrone che rientra dal lavoro.

La vicenda nasce da un fatto di cronaca realmente accaduto e proseguito anche dopo la morte del padrone, che il cane continuava ad aspettare tutti i giorni per poi ritornare solitario verso casa. Il film sarà distribuito dalla Lucky Red a Natale.

Del film Richard Gere dice:

Quando ho letto la sceneggiatura di “Hachiko: A dog’s story” ho pianto, credo che in questo film vi sia qualcosa di fortemente simbolico e misterioso pur essendo solo la storia di un cane che aspetta. C’è quel senso di lealtà, quel “ci sarò sempre per te”, che ti commuove dal profondo. Non è un film che ci si aspetterebbe da me.

Gere interpreterà i panni di un professore universitario che troverà il cucciolo, e lo adotterà nonostante l’iniziale parere contrario della moglie (Joan Allen); è chiaro che il cane assume il ruolo di protagonista assoluto del film, ma d’altronde anche in Giappone, il cane ha talmente commosso l’opinione pubblica che gli hanno dedicato una statua, nel punto esatto dove il cane attendeva il suo amato padrone.

Dalla trama e dalla storia di derivazione si evince che questa sembra l’ennesima produzione “strappalacrime” del regista svedese, consigliata per i fun del genere.

Orari Festival internazionale del film di Roma:

16/10 ore 16:30 PUBBLICO E ACCREDITATI

Alice nella città

Auditorium Sala Santa Cecilia

HACHIKO: A DOG’S STORY (Fuori Concorso | Anteprima)

Replica: 17/10 Salacinema Lotto, 15:00

Replica: 18/10 Metropolitan 2, 17:00