In anteprima internazionale a Roma sarà presentato “Popieluszko“, il film è la più grossa produzione polacca del 2009, e racconta della vita di padre Jerzy Popieluszko, che fu il cappellano di Solidarnosc; l’uomo è divenuto l’emblema del coraggio e della libertà in Polonia.

Il sacerdote venne destinato il 19 ottobre 1984 in un quartiere operaio di Varsavia, dove continuò a svolgere la sua missione fino al sacrificio finale. Jerzy Popieluszko, resterà fisicamente ed emotivamente traumatizzato dall’orribile esperienza vissuta durante il servizio militare.

Il suo operato lento ma inesorabile, raggiunse il culmine dopo la proclamazione della legge marziale, da lì in poi, seguirà la vita spirituale degli operai e lotterà per i loro diritti, perseguendo come unico principio quello delle libertà individuali. Grazie alle sue lotte si creò un vero e proprio movimento.

Il lavoro di ricostruzione storico è minuzioso, e ha richiesto molti anni di studio e di ricerca; sono molti i filmati originali presenti nella pellicola, grande merito per la riuscita del progetto si deve al regista Rafal Wieczynski, che ha voluto a tutti i costi la realizzazione del film, facendo conoscere un uomo che attraverso il duro lavoro ha contribuito a cambiare la storia del mondo, il film sarà nelle sale da venerdì 30 ottobre.

Wieczynski tiene in particolar modo a chiarire che il film non porta ospita in sé alcun messaggio ideologico:

Mi sono imposto un compito artisticamente non alla moda, fare un film su una persona buona, che combatte senza violenza contro le falsità.

Attualmente è in corso il processo di beatificazione di padre Jerzy Popieluszko, la cosa che ripeteva spesso era:

Mi sono sacrificato e non mi tiro indietro.

Orario della proiezione:

19 ottobre lunedì 15:00 PUBBLICO E ACCREDITATI

Auditorium Sala Sinopoli

POPIELUSZKO (Proiezioni ed eventi speciali)