Anche questo film, che sarà presentato al Festival Internazionale del Film di Roma, è tratto da un libro, “Minchia di Re” di Giacomo Pilati. La regia è di Donatella Maiorca mentre la vicenda sembra prendere spunto da un fatto realmente accaduto. La storia si svolge nella Sicilia dell’Ottocento, in un’isola immaginaria durante lo sbarco dei mille garibaldini.

La protagonista Angela (Valeria Solarino) una donna dall’indole coraggiosa e trasgressiva, non cede alle pressioni paterne, che la vorrebbero sposata con un ragazzo di sua fiducia. Angela in realtà non è attratta dagli uomini, ma dalle donne.

La madre appena scoperta la cosa si adopererà in uno stratagemma costringendo la figlia a vestirsi e comportarsi come un uomo, ciò verrà anche favorito dall’antica ossessione del padre (Ennio Fantastichini) da sempre desideroso di avere un figlio maschio.

In seguito le varie amicizie, e la volontà di mettere a tacere tutto, porteranno a falsificare i certificati di nascita. La cosa si complicherà quando Angela dichiarerà il suo amore per una donna, (Isabella Regonese). Nel film ci sono molti motivi di interesse: l’ostilità di una cultura che andrà ad ostacolare le scelte della protagonista, gli eventi storici che ne fanno da cornice, e le trasformazioni dell’attrice, con tanto di coppola, sigaro, capelli corti e andatura mascolina. In un’intervista rilasciata, Valeria Solarino dice:

Ho tagliato i capelli, ho studiato la camminata e come occupare lo spazio scenico. Per due mesi e mezzi ho amato Sara, sentivo di esserne innamorata profondamente, provavo quelle pulsioni e il giorno che è finito il film, mi sono sentita persa…uno dei passaggi più delicati, era la trasformazione in Angelo…Quando mi fasciano il seno in modo violento è stata la scena più dura.

Orari Festival internazionale del film di Roma:

venerdì 16 ottobre ore 22:00 PUBBLICO E ACCREDITATI

Auditorium Sala Sinopoli

VIOLA DI MARE (Selezione Ufficiale | Concorso)

Replica: 17/10 Salacinema Lotto, 20:00

Replica: 18/10 Metropolitan 2, 19:30