Il Festival internazionale del Film di Roma giunto alla sua quarta edizione, e guidato dall’esperto Gian Luigi Rondi, presidente della “Fondazione Cinema per Roma”, esordisce nella conferenza stampa dichiarando che quest’anno aveva deciso di semplificare l’organigramma, nominando un unico direttore artistico. Nella fattispecie si tratta di Piera Detassis, precisando che la scelta serve a snellire molte procedure.

Fra le retrospettive ospitate nel festival ce ne sarà una dedicata a Luigi Zampa, un altro omaggio verrà fatto a Sergio Leone e Luciano Salce. Due speciali saranno dedicati a uomini di cinema da poco scomparsi come Luciano Emmer e Tullio Kezich che avrà un intera giornata dedicata.

La giuria quest’anno ha un respiro maggiormente internazionale, e sarà presieduta da Milos Forman, mentre l’apertura del festival è affidata a Margherita Buy, che presenterà l’esordio alla regia di Stefani Sandrelli autrice di “Christine Cristina”. Seguirà un incontro con Meryl Streep, dunque un’apertura del festival tutta al femminile. La Detassis, nella selezione dei film ha scelto come tema l’osmosi, mescolando film di grande richiamo e altri per cinefili, anche i temi trattati sono i più svariati.

Fra i film selezionati in concorso:

  • Alza la testa, di Alessandro Angelini, Italia, 2009, 84′ con Sergio Castellitto;
  • Up In The Air di Jason Reitman, Usa, 2009, 108′ con George Clooney, Jason Bateman;
  • Triage, di Danis Tanovíc, Francia (Irlanda) Spagna, 2009, 96′ con Colin Farrell, Paz Vega.

Fra i film selezionati fuori concorso:

  • The City Of Your Final Destination, di James Ivory, Usa, 2009, 116′ con Anthony Hopkins, Charlotte Gainsbourg;
  • Christine Cristina / Christine, di Stefania Sandrelli, Italia, 2009, 92’con Amanda Sandrelli, Alessio Boni, Alessandro Haber.