Il voto di fiducia al Governo di Silvio Berlusconi ha tenuto milioni di italiani incollati ai televisori. Il tutto, grazie ad una buona dose di polemiche generatasi in Parlamento e, non ultimo, agli atti di guerriglia urbana occorsi nel centro di Roma. E mentre l’opinione pubblica si interroga sia sulla legittimità del mandato del Premier che sulla devastazione dei manifestanti, le reti televisive esultano.

Per quanto riguarda la diretta degli eventi, la corsa all’audience è stata vinta da Rai News che, poco dopo le 13 di ieri, ha raggiunto il picco di 484.559 con il 2% di share. Si tratta di risultati importanti per un canale tematico all-news, capace di sbaragliare la concorrenza anche di telegiornali blasonati.

La sfida dei programmi d’approfondimento, invece, è stata vinta da Ballarò. La puntata di ieri ha visto accordarsi il gradimento di ben 5.638.432 telespettatori, con il 22,50% di share. La rete concorrente Canale 5, invece, ha deciso di relegare l’informazione politica alla seconda serata con Matrix, preferendo la nuova puntata de I Cesaroni. La fiction si è guadagnata il 19,71% di share, con 5.302.538 telespettatori incollati al televisore.

Nonostante Rai abbia effettivamente battuto Mediaset in questa giornata dai toni caldi, il gruppo televisivo della famiglia Berlusconi non appare preoccupato. Complice anche il successo in Borsa raggiunto a seguito della conferma del mandato del Presidente del Consiglio.

A fare capolino fra gli argomenti trattati in tutte le trasmissioni, più che la conferma governativa han vinto gli scontri a Roma. La distruzione della città ad opera dei black block, a cui si sono susseguite le ipotesi di comportamenti poco corretti da parte delle forze dell’ordine, hanno tenuto banco fra gli spettatori. Rivediamone le immagini.