Film di avventura: coperta di pile, una buona confezione di popcorn, il telecomando a portata di mano e la voglia di concedersi una serata di relax. Questo lo spirito con il quale inizia la classica serata film. Che film scegliere? Romantico? Horror? E perché non uno degli intramontabili film di avventura, che hanno segnato la storia del cinema?

Per scegliere i film di avventura è importante capire quale sia il film giusto: ecco sei titoli che potranno indirizzare al meglio la decisione.

  • Vita di Pi: basato sul romanzo dall’omonimo titolo, la pellicola racconta la vita di Pi narrata da lui stesso in età adulta. Il padre di Pi, un indiano proprietario di uno zoo, decide di trasferire famiglia e attività in Canada. Durante il viaggio al largo nell’oceano Pacifico, la nave affonda e Pi si ritrova unico sopravvissuto su una scialuppa di salvataggio in compagnia di qualche animale e, soprattutto, di una tigre del Bengala, poco mansueta e molto arrabbiata. Pi dovrà escogitare un modo per sopravvivere e raggiungere la terra.
  • The Day After Tomorrow: uscito nel 2004, The Day After Tomorrow è una storia di fantascienza apocalittica del filone catastrofico sceneggiata da Roland Emmerich (allo stesso tempo regista del film). Il cambiamento climatico globale segna l’inzio della pellicola, che mostra un uomo che vuole dominare e sovrastare la natura. Nonostante gli avvisi e l’incitamento a cambiare “stile di vita”, la popolazione globale non risponde e si ritrova decimata, forse sull’orlo della fine.
  • Alive: lanciato nel 1993, Alive (Sopravvissuti) è basato sul disastro aereo delle Ande. La pellicola ha preso spunto dal libro di Piers Paul Read, redatto nel 1974, Tabù – La vera storia dei sopravvissuti delle Ande. Con il supporto di uno dei sopravvissuti, Fernando Parrado (interpretato nel film da Ethan Hawke), è stato possibile ricostruire fedelmente gli accadimenti che coinvolgono una squadra di rugby accompagnata da alcuni familiari che si schianta con l’aereo che avrebbe dovuto raggiungere il Cile. Una storia vera di sopravvivenza, dove il cannibalismo diventa l’unica forma di salvezza, alla disperata ricerca di un aiuto che giungerà dopo numerosi sforzi.
  • Cast Away: un vero e proprio kolossal del genere. Tom Hanks, nomination come miglior attore protagonista agli Oscar, interpreta i panni di un dirigente della FedEx. La sua vita è felice fino a quando, durante un volo per il trasporto di merci della sua azienda, l’aereo non precipita. Il protagonista si salva, ritrovandosi su di un’isola deserta sulla quale dovrà fare i conti con se stesso e con la sua solitudine. La pellicola mette in luce l’essenza umana, lo scorrere del tempo ed il coraggio.
  • Apollo 13: inserito dal New York Times nella lista dei 1000 film più belli di sempre, Apollo 13 è uno di quei film di avventura capaci di trasportare fedelmente in pellicola le parole di un libro (ispirato dal testo Lost Moon, scritto da Jim Lovell e Jeffrey Kluger). Diretto da Ron Howard, il film vede il viaggio di tre astronauti alla volta della luna che, però, dopo tre giorni dal lancio, sono colpiti da un incidente: l’esplosione dei serbatoi d’ossigeno. Ciò danneggerà gravemente la navicella e – oltre ad impedire la prosecuzione della missione, annullando il previsto allunaggio – renderà estremamente difficoltoso il rientro sulla Terra, con la possibilità che i tre uomini non sopravvivano.
  • I predatori dell’arca perduta: del 1981, diretto da Steven Spielberg e parte della serie con protagonista Indiana Jones, questo è, in assoluto, una delle colonne portanti del genere dei film di avventura. La storia, che parte mostrando il Sud America della seconda metà degli Anni ’30, mette l’esploratore più famoso della storia del cinema di fronte ai segreti del Nazismo, impegnato a ricercare l’Arca dell’Alleanza. Ne derivano peripezie ed avventure che porteranno i protagonisti a dover superare tantissime difficoltà.