Prima le critiche a Peppa Pig (mamma e papà Pig non sgridano mai i loro figli; Peppa è saccente e smorfiosa; un sovrappeso papà Pig delega sempre tutto alla mamma). Ora a Kung fu Panda, Alvin e Shrek. In poche parole, i film più visti dei bambini non sarebbero un buon esempio per la loro salute e il loro comportamento, perché condannano chi è obeso e stimolano le cattive abitudini alimentari.

La bocciatura arriva dai medici dell’università della North Carolina che, in una ricerca pubblicata su Obesity, hanno passato in rassegna 4 film all’anno per un totale di 20 pellicole per ragazzi, sia cartoni che film d’azione usciti dal 2006 al 2010. Pieni di messaggi che li spingono a prendere in giro chi è obeso (70%, un fenomeno che può portare ad azioni di bullismo), mostrano porzioni esagerate di cibo spazzatura (26%), snack non salutari (52%), bevande zuccherate (19%) e promuovono comportamenti sbagliati nei confronti di se stessi e degli altri.

Eliana Perrin, autrice della ricerca, ha spiegato: “Questi film offrono una presentazione discordante su cibo, sport e peso corporeo. Enfatizzano la sedentarietà, condannano l’obesità e inducono a comportamenti scorretti i piccoli”.

E voi cosa ne pensate