Dopo mesi di attesa sembra essere finalmente venuto fuori il nome di chi si occuperà di dirigere il remake del film “Uomini che odiano le donne“, la pellicola tratta dalla trilogia letteraria dello scrittore svedese Stieg Larsson.

La nuova regia sarà affidata a David Fincher, già in passato regista del celebre “Fight Club”, film del 1999 interpretato dalla coppia di attori Edward Norton e Brad Pitt.

Ad ascoltare i rumor, pare che il regista di Denver avrebbe deciso di accantonare i progetti che aveva in cantiere per occuparsi esclusivamente del rifacimento della pellicola.

Fra i nomi dei possibili protagonisti, che potrebbero interpretare il ruolo dell’hacker investigatrice Lisbeth Salander, c’è quello di Carey Mulligan, mentre per quello del giornalista della rivista Millennium Mikael Blomkvist, si sono fatti i nomi di Brad Pitt e George Clooney.

David Fincher in realtà avrebbe in più di un occasione specificato di preferire un’attrice del tutto sconosciuta per interpretare la parte dell’atletica Salander.

Rammentiamo che “Uomini che odiano le donne” racconta le vicende di un noto giornalista che scrive per una rivista di nome Millennium, che a un certo punto inizierà a indagare sulla misteriosa scomparsa di una giovane ragazza avvenuta molti anni prima, ad aiutare il giornalista nelle indagini ci sarà una giovane hacker dal passato misterioso.