Fiorello si conferma il mattatore di Rai Uno e durante la seconda puntata de “Il più grande spettacolo dopo il weekend” non risparmia battute sia al vecchio governo presieduto da Silvio Berlusconi, sia al nuovo governo di tecnici promosso da Giorgio Napolitano con Mario Monti come primo ministro.

Così gli spettatori di Fiorello hanno potuto assistere a una divertente rielaborazione di “Ciao ciao bambina” che per l’occasione è stata trasformata in “Ciao ciao Brambilla“. Chiaro è il riferimento ironico alla ex ministro del Turismo che, insieme a altri componenti della precedente maggioranza, è stata protagonista suo malgrado dell’insolito saluto che l’ex conduttore del Karaoke le ha voluto dedicare. Nella melodia, tra gli altri, sono comparsi i nomi di Calderoli, Letta, Sacconi e, non ultimo, l’ex primo ministro Silvio Berlusconi.

Galleria di immagini: Fiorello

Ma non sono mancati anche riferimenti all’attuale compagine di governo coordinata dal premier Mario Monti, che Fiorello prende di mira per il particolare aspetto sobrio di tutti i componenti:

«Abbiamo un nuovo governo oggi, rispetto a lunedì scorso, bene. Hanno fatto la foto al governo di tecnici. è un po’ cupetto, la macchina fotografica era a colori e la foto è uscita in bianco e nero. Monti è amico delle banche, quindi può far pensare che ci fa uscire dalla crisi un po’ prima…Pensate, Monti passa davanti al bancomat e i soldi escono da soli…».

Insomma, un Fiorello in gran spolvero che grazie anche alla presenza di ospiti internazionali del calibro dei Coldplay e Micheal Bublé, ha confermato di essere il più grande one-man-show del panorama artistico italiano.

Fonte: L’Unità