Fiorello ci va già pesante con la TV di oggi, che non sembra proprio gradire. L’apprezzato showman televisivo, radiofonico e teatrale ha discusso dello stato della TV attuale a un incontro con gli studenti per la giornata della matricola all’Università LUISS Guido Carli di Roma, accolto dal direttore generale Pier Luigi Celli. E le sue parole non sono certo state positive:

Quella degli ultimi 10 anni è la televisione più brutta mai esistita, peggio di quella degli anni Ottanta.

Fiorello si lamenta in particolare per l’estinzione della “vecchia guardia” di conduttori televisivi, il cui ultimo esponente rimasto, dopo la scomparsa di Mike Bongiorno e della coppia Raimondo Vianello/Sandra Mondaini, è il suo amico Pippo Baudo. Fiorello ha dichiarato:

Pippone vivrà fino a 101 anni. E Francesco Facchinetti potrebbe diventare il “Baudo del nuovo millennio”.

Le uniche parole positive per la televisione di oggi le ha riservate quindi per il giovane conduttore di X-Factor. Fiorello ha anche incoraggiato le matricole al loro primo giorno di università, spiegando il segreto del suo successo:

L’impegno, la passione e il duro lavoro; è così che si fa carriera senza neanche accorgersene.