Fiorello torna in Rai e lo fa con un nuovo show in onda da lunedì 14 novembre su Raiuno. Lo spettacolo, che prevede 4 puntate, è stato presentato a una conferenza stampa, nella quale lo stesso presentatore non ha risparmiato battute in ogni direzione.

Su Fiorello e sulla buona riuscita del programma, sono molti a scommetterci, in primis gli stessi vertici Rai, che non nascondono la speranza di un ottimo riscontro in termini di gradimento da parte del pubblico. Così l’ex conduttore del Karaoke, per stemperare la tensione ha ironizzato sui presenti, non dimenticando di precisare che la trasmissione non tratterà di politica, anche se vi sarà inevitabile qualche riferimento:

Galleria di immagini: Fiorello

«In questo show non si parla di politica, ma è ovvio che parleremo della crisi, cercandone però i lati divertenti. Facciamo un varietà sapendo di star attraversando un momento difficile, noi saltimbanchi, buffoni, abbiamo il compito di sdrammatizzare».

Nell’impresa di risollevare le sorti della Rai, Fiorello avrà l’onore di ospitare personaggi di caratura internazionale: Roberto Benigni, Coldplay, Michael Bublè, Roberto Bolle, Jovanotti, sono solo alcuni dei nomi che si alterneranno sul palco di Raiuno. Ma non mancheranno anche le celebri imitazioni di personalità quali per esempio la neomamma Carla Bruni in versione ninna nanna.

Intanto si allungano le polemiche circa i costi dello show e il compenso che Fiorello percepirebbe per la sua conduzione. Si parla di 12 milioni di euro per l’ammontare complessivo delle 4 puntate previste e di 300 mila euro per la retribuzione a puntata del conduttore.

Qualunque siano le cifre, non vi è dubbio che la squadra che affiancherà Fiorello sarà di prim’ordine: il fido Cremonesi dirigerà l’orchestra e al grande Daniel Ezralov saranno affidate le coreografie.

Fonte: La Stampa