Come era prevedibile, i tamarri di “Jersey Shore” si stanno rivelando una fonte di continui imbarazzi per la loro madrepatria, ma anche per gli USA. Nella culla della cultura fiorentina, in fondo, non hanno fatto altro in queste due settimane che ingozzarsi di carboidrati, litigare con i buttafuori e cercare di rimorchiare.

Alla faccia di tutti quelli che vorrebbero fare un viaggio a Firenze per assorbirne l’arte e non possono per varie ragioni. Quelli di “Jersey Shore“, in questi giorni, hanno un po’ superato il limite consentito dalla civiltà: hanno tamponato un’auto della polizia municipale che li scortava nel sottopasso di viale Strozzi.

Galleria di immagini: Jersey shore

Il bilancio dell’incidente è stato di due feriti tra i vigili urbani, un uomo e una donna, e varie contusioni a un membro dello staff della trasmissione, mentre il traffico si è bloccato anche in virtù dei moltissimi curiosi che si sono recati sul posto per vedere cosa fosse accaduto.

Intanto, si pensa che le riprese verranno spostate in luoghi in cui si è soliti ospitare più supercafoni del solito, come Rimini o Riccione: Firenze non è certo abituata a questo genere di turisti, tanto che neppure pizzerie e ristoranti mostrano di gradire la presenza dei tamarri.

E i ragazzi di “Jersey Shore” non ricevono solidarietà neppure dagli USA, che si scusano per l’accaduto, mentre il New York Post titola il pezzo commentando che questi ragazzi non sono soltanto supercafoni, ma perfino grossi idioti:

“Due settimane dopo la loro avventura fiorentina i membri del cast del Jersey Shore hanno assorbito più carboidrati che cultura. Perché non se ne vanno dalla città? Sono tutti degli idioti, tutto questo clamore per otto idioti.”

E anche i commentatori non sono da meno, dato che anche gli spettatori di MTV si sentono in grave imbarazzo. La produzione, comunque, ora cerca degli italiani che siano imparentati con questi tamarri, o più che altro che abbiano il coraggio di ammetterlo.