La Fit Boxe è una disciplina sportiva che unisce in sé i principi dell’aerobica e delle arti marziali all’uso di sacchi a base mobile. Grazie anche all’impiego della musica, è possibile eseguire un allenamento assai completo, durante il quale il corpo si muoverà a ritmo con pugni, calci, gomitate e ginocchiate che si sferreranno contro il sacco mobile. La Fit Boxe, oltre ad essere una disciplina efficace per allenare il corpo, è quindi anche molto divertente da praticare ed è ottima per scaricare lo stress e la tensione.

Si tratta generalmente di una disciplina da svolgere in palestra, magari con lezioni di gruppo, ma chi può e lo desidera può attrezzarsi per allenarsi anche in casa propria. Ad ogni modo, si tratta di un’attività sportiva che può essere svolta a qualsiasi età, per migliorare la propria forma fisica, e che basta svolgere da un minimo di trenta minuti ad un massimo di sessanta minuti a seduta.

Fit Boxe: come ci mantiene in forma

Se è vero che la Fit Boxe prende in prestito alcuni movimenti tipici della boxe, è pur vero che resta sempre una disciplina che appartiene al fitness e che come tale è pensata per far consumare molte calorie. Un corso standard di questa attività fisica permette quindi di coniugare un efficace lavoro cardio con esercizi creati apposta per tonificare il corpo.

Gli esercizi di Fit Boxe, per risultare più efficaci, devono essere eseguiti a ritmo di musica ma in modo tale che si arrivi almeno a 140/150 battiti al minuto. L’allenamento si compone di aerobica e cardiofitness (con l’ausilio del sacco) ma non mancano anche esercizi più tradizionali, come il salto della corda.

L’abbigliamento migliore per dedicarsi alla Fit Boxe è dunque quello tipico che si indossa anche per il fitness (t-shit, canotte, leggins, reggiseno sportivo, scarpe da ginnastica, guantini oppure fasce protettive).

Fit Boxe: esercizi

Ogni seduta di Fit Boxe deve essere ovviamente preceduta da esercizi di riscaldamento. A tal proposito si possono praticare alcuni esercizi tipici dello stretching: questi ultimi aiutano a prevenire eventuali strappi e stiramenti che potrebbero verificarsi a causa dei movimenti eseguiti nel corso della seduta di Fit Boxe.

Le fasi seguenti dell’allenamento prevedono invece gli esercizi di Fit Boxe veri e propri: durante la fase cardio work-out  se eseguono soltanto tecniche di braccia (in modalità libera, interval training oppure circuito) e la velocità può arrivare fino a 160 battiti al minuto.

La fase del potenziamento muscolare andrebbe eseguita almeno due volte a settimana. Come farla? Grazie all’ausilio di attrezzi, di esercizi a corpo libero (anche in coppia) ma anche di tecniche circuit o interval training, il tutto sempre grazie all’accompagnamento musicale. Si tratta di modi per allenare i muscoli addominali, dei glutei, dell’esterno e dell’interno coscia ma anche bicipiti, dorsali delle spalle e i muscoli delle gambe.

Chi pratica Fit Boxe in palestra potrà anche fare esperienza di Fit Animation. In cosa consiste? Si tratta di una serie di tecniche votate a rendere l’allenamento più divertente e coinvolgente, svolto da una figura ben specifica: il Fit Animator. In genere queste tecniche si concretano in una seduta di allenamento fatta di musica accattivante, qualche attività ludica e gli immancabili esercizi di Fit Boxe.