Flavia Vento, ospite a La7, si lancia in dichiarazioni di tipo politico che hanno suscitato la rabbia e l’ironia della comunità gay e dei simpatizzanti su Twitter. Qualcuno l’ha insultata, ma i più hanno scritto battute raffinate al suo indirizzo. Il nodo del contendere sono state le affermazioni secondo cui la Vento è contraria ai matrimoni gay.

Galleria di immagini: Flavia Vento

Mentre tutto il mondo sta andando in quella direzione, Flavia Vento sembra voler resistere ai tempi che cambiano e qualcuno su Twitter l’ha pure definita “donna di altri tempi”. Tuttavia, l’impressione che la soubrette ha dato è di non conoscere troppo la materia, e per una donna che è stata in politica, e a quanto pare desiderosa di tornarci almeno come opinionista, è sicuramente un tallone d’Achille. Nelle scorse settimane la Vento ha affermato di voler aiutare il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, a suo avviso gli unici in Italia avulsi da scandali finanziari e sessuali.

Niente di strano, come gli USA ci hanno mostrato, è normale che i VIP si schierino per una o un’altra parte politica su Twitter. Tuttavia, le ultime dichiarazioni contro i gay di Flavia Vento sono suonate molto ingenue e pesanti:

«Io sono andata in chiesa e non chiedetemi cose sulla chiesa, per me se due gay si amano devono vivere insieme, amarsi, ma non fare un matrimonio in chiesa con l’abito bianco, no. Trovo assurdo che due gay possano adottare un figlio. Allora innanzitutto io volevo dire che ho moltissimi amici gay, che adoro e hanno una marcia in più, nel senso che sono veramente spiritosi, non so perché hanno questa marcia in più i gay. Però sono abbastanza contraria al matrimonio, secondo me: non credo che una famiglia sia fatta da due uomini. Credo che la famiglia sia fatta da un uomo e da una donna. Sposarsi in chiesa con l’abito bianco fa un po’ ridere.»

Intanto l’utilizzo del paravento degli amici gay suona un po’ datato, un po’ anni ’80. Inoltre per la Vento il matrimonio gay si ridurrebbe al diritto all’adozione, senza contare che allo stato attuale non solo qualunque coppia di fatto o single, che sia etero o omosessuale, non può adottare, ma non ha neppure diritti di successione ereditaria, e se uno delle due persone che compone la coppia finisce in ospedale per gravi ragioni, l’altra non ha il diritto di vederla o sapere qualcosa sulle sue condizioni.

La visione che la soubrette ha delle nozze gay, tra l’altro, sembra uscita da una scena de Il Vizietto, noto film che ironizzava sull’omosessualità. Inoltre, le dichiarazioni della showgirl sono apparse strettamente filocattoliche, anche per via della sua risposta alle critiche:

«Ma in Italia ci sono milioni di chiese, abbiamo il papa e ora so’ diventati tutti pazzi per le nozze gay? C’è qualcosa che non quadra.»

Come si suol dire, non esiste il mondo perfetto, per molti motivi. Ma si può usare l’ironia per rendere bene l’idea di quello che si pensa, perché il diritto alla propria espressione è il più importante che forse si possegga. Così, giusto a titolo esemplificativo, un utente Twitter ha anche commentato all’indirizzo della Vento:

«Mia madre mi ha chiesto perché sono gay. Le ho mostrato la tua foto.»

Fonte: Il Moderatore.