Il mercato immobiliare di Modena nel secondo semestre del 2011 ha registrato un certo rallentamento per i motivi comuni alle Regioni di tutto il nostro Paese: difficoltà di accesso al credito e momenti di riflessione degli acquirenti.

Acquistano soprattutto famiglie che vendono la propria casa per comprare una soluzione più adatta alle mutate esigenze della famiglia. La tipologia più richiesta è il trilocale con ascensore, box e riscaldamento autonomo. Generalmente, chi compra ha una discreta disponibilità di spesa, con un budget di 150-200 mila euro coperto solo parzialmente dal mutuo.

Poche le richieste, che arrivano soprattutto da giovani coppie e single, che di solito preferiscono tagli piccoli, ma optano anche per soluzioni più se vengono aiutati dai genitori. Più scarsa è la richiesta di immigrati in parte perché attendono una situazione economica più stabile in parte perché inviano i soldi nel Paese d’origine. In aumento il numero degli investitori.

Per quanto riguarda il mercato delle locazioni, è stato registrato un maggiore dinamismo e spesso l’offerta non riesce a soddisfare la domanda che viene in prevalenza da studenti dell’Unimore e da lavoratori trasfertisti: nell’area attorno Modena, infatti, sorgono numerosi stabilimenti automobilistici, tra cui quello della Ferrari nella vicina Maranello. Ma sono costrette alla locazione anche molte famiglie che non riescono ad accedere all’acquisto.

Per quanto riguarda le zone preferite, tra le più richieste è quella del Centro storico dove si trovano ospita palazzi costruiti nel ‘700 e ‘800 e appartamenti anche di ampia metratura di costruzione più recente.

Rientra fra le zone preferite il quartiere San Faustino, che sorge nelle immediate vicinanze del parco Enzo Ferrari, nella zona occidentale della città: vi si trovano appartamenti degli anni ’70-’80, quasi tutti usati e di 90-100 mq, ma anche bilocali: un medio usato viene valutato 1500-1600 euro al mq e una soluzione di migliore qualità fino ad oltre 2000 euro al mq. Quotazioni identiche nel quartiere semicentrale Buon Pastore, dove si trovano case e appartamenti più datati rispetto a San Faustino.