Sono finiti i tempi in cui la prima ecografia del nascituro veniva appesa in bella mostra sul frigorifero. Oggi non solo le future mamme hanno la possibilità di vedere il loro bimbo in sofisticate ecografie tridimensionali, ma queste immagini così particolari diventano protagoniste del “Foetus Party“.

Co’è il “Foetus Party”? Letteralmente la festa per il feto, è una riunione con parenti e amici riuniti intorno alla prima ecografia 3D o 4D del nascituro, che diventa un’occasione per festeggiare e ricevere i primi regali per il piccolo che nascerà.

Nel Regno Unito è già moda ma in Italia, per il momento, spopola solo il “Baby Shower Party” dedicato alla futura mamma e al piccolo, che tuttavia non ha scatenato altrettante polemiche.

Dal Collegio Reale delle Ostetriche inglesi arriva infatti un’aspra critica nei confronti del party per il feto, che rappresenta una commercializzazione della gravidanza con non poche implicazioni etiche. Secondo molte ostetriche, infatti, celebrando le ecografie si rischia di perdere di vista il fine principale degli screening diagnostici prenatali, come ribadisce una l’esperta in materia Cathy Warwick.

«Si diventa madre sempre più tardi, il che significa che c’è una maggior domanda di servizi e prestazioni da parte delle donne. Questa moda dei ‘foetus-party’ è preoccupante e può aumentare le aspettative della madre. Le analisi diagnostiche vengono ora usate per divertimento e nel paese stanno proliferando i servizi per questo tipo di feste.»

Intorno al “Foetus party” è nato un vero e proprio business che esula dalla funzione primaria delle ecografie, mezzi diagnostici per verificare lo stato di salute del bambino: esistono infatti aziende specializzate che organizzano party a tema e forniscono, su richiesta, vari gadget con l’immagine tridimensionale utilizzata, ad esempio, per realizzare curiosi magneti da regalare agli ospiti.

Fonte: Daily Mail