Arte e moda. Da sempre Miuccia Prada promuove questo connubio altamente innovativo che l’ha portata a collaborare con gli architetti più avantgarde del settore. Ha iniziato prima dai suoi flagship store, sempre curati e originali nel progetto e nella struttura, per poi regalare alla sua città, Milano degli space in cui poter ammirare le sue collezioni d’arte.

Nacque così nel 1993 “Prada Milanoarte”, poi ribattezzato semplicemente Fondazione Prada. Adesso, in occasione dell’attesissimo Expo 2015 che sta totalmente ridisegando lo skyline di Milano su cui presto si accenderanno i riflettori di tutto il mondo che lì converrà per ammirare quanto di più alto il mondo della comunicazione, della creatività e dell’innovazione mondiale hanno da offrire oggi e nel prossimo primissimo futuro, Prada entra in gioco con un nuovo magnificente progetto. Una nuova Fondazione che sarà inaugurata il prossimo 9 maggio.

Progettata dallo studio OMA di Rem Koolhaas, in Largo Isarco, nella zona sud di Milano, il complesso combina edifici preesistenti e tre nuove costruzioni, risultato della trasformazione di una distilleria risalente agli inizi del Novecento e si sviluppa su una superficie totale di ben 19mila metri quadri, di cui 11mila saranno utilizzati per le attività espositive. Naturalmente sia il mondo dell’arte che quello della moda è in fibrillazione per la nuova Fondazione Prada che avrà al suo interno un bar ideato dal visionario regista Wes Anderson (appena nominato all’Oscar per il suo splendido “The Grand Budapest Hotel”) che rievoca l’atmosfera tipica degli storici bar della Milano del Novecento, culla della cultura nazionale; un’area didattica dedicata ai bambini e sviluppata con gli studenti dell’École nationale supérieure d’architecture de Versailles. Mentre Roman Polanski esplorerà le suggestioni cinematografiche che hanno ispirato i suoi film in un progetto che si tradurrà in un documentario inedito e in una rassegna cinematografica.

Per l’apertura della sede milanese sono in programma una serie di attività e le selezioni di opere dalla Collezione Prada saranno presentate in esposizioni tematiche. La mostra “Serial Classic”, a Milano dal 9 maggio al 24 agosto 2015 (anteprima: 2-8 maggio) è dedicata alla scultura classica ed esplora il rapporto tra originalità e imitazione nella cultura romana. Il percorso riunisce più di 70 opere e si apre con un approfondimento sugli originali perduti e loro copie multiple come le due serie note come il Discobolo e la Venere Accovacciata.

Galleria di immagini: Fondazione Prada apre a Milano: foto

Foto: Ufficio stampa