Regione Lombardia per le donne: pieno sostegno a Welfare e maternità. Nasce il Fondo Nasko per sostenere economicamente le donne con problemi finanziari che scelgono di non abortire.

Malgrado il momento di difficoltà economica, la giunta regionale ha trovato le risorse per non ridurre i finanziamenti destinati al Welfare e per rifinanziare

il Fondo Nasko per sostenere economicamente le donne con problemi finanziari che scelgono di non abortire.

“Due impegni che dimostrano come fare politica senza svilire la propria identità e senza tradire i propri valori, portando testimonianze positive, non è solo possibile, ma è il compito cui devono sentirsi impegnati i politici cattolici”.

Questo messaggio l’assessore regionale alla Famiglia conciliazione, integrazione e solidarietà sociale, Carolina Pellegrini, ha rivolto agli studenti della scuola di

Politica della Fondazione ‘Vittorino Colombo’ incontrandoli a Palazzo Lombardia. L’incontro è stato l’occasione per un momento di confronto con i giovani, nel corso del quale è stato discusso quale deve essere oggi il ruolo dei cattolici in politica.

Il mondo cattolico – ha puntualizzato l’assessore – è oggi disseminato tra tante appartenenze e fatica a rimettersi insieme per concretizzare quelle istanze che il magistero della chiesa e il mondo cattolico richiedono, come l’applicazione del principio di sussidiarietà. Un principio che fa parte della tradizione politica cattolica, fin da quando ne parlava Antonio Rosmini nel 1838 e che è oggi, in tanti campi, una realtà concreta.

L’assessore ha sottolineato ancora che “Viviamo un momento storico complessissimo in cui amministrare la cosa pubblica diventa sempre più difficile: per questo sono convinta che se teniamo ferme le linee guida alla base di questo nostro mandato e dell’essere al servizio della comunità, si può aprire una stagione politica diversa”.

Da qui la necessità, secondo l’assessore Pellegrini, di tornare al compromesso, che è alla base della politica, intendendo con compromesso ‘la capacità di dialogare per garantire la governabilità e per raggiungere un obiettivo il cui risultato sia il più solido possibile, nell’interesse della comunità’.