Con l’arrivo del primo caldo, uno dei dubbi che più attanaglia ragazze e donne di ogni età è sul fondotinta per l’estate: come scegliere quello adatto? Specialmente all’inizio della stagione, infatti, si desidera ancora un buon effetto coprente, perché il lavoro in città ci tiene lontane dalle spiagge e dell’abbronzatura; inoltre il fondotinta ha una funzione di idratazione e protezione a cui non si può rinunciare. D’altro canto, l’effetto di pesantezza e di eccessiva copertura sulla pelle diventa intollerabile a causa della sudorazione in aumento.

Ecco, dunque, qualche consiglio su come scegliere il fondotinta per l’estate.

Texture. A caratterizzare il fondotinta per l’estate, che non può essere lo stesso che si utilizza nei mesi invernali, è prima di tutto la leggerezza. La texture non deve, infatti, appesantire né coprire i pori della pelle, perché in questo caso l’unico risultato che si otterrebbe sarebbe una superficie ancora più sudata e lucida. La scelta migliore, se non si hanno esigenze particolare, cade sui fondotinta minerali, perfetti soprattutto per le pelli grasse. Molto versatile e facile da utilizzare, anche per chi è in viaggio, il fondotinta compatto si applica con una semplice spugnetta inumidita e previene l’effetto lucido. Il fondotinta liquido è il più coprente, da utilizzare con parsimonia e in una versione preferibilmente senza olio e con effetto seconda pelle.

Colore. Contrariamente che in inverno, durante i mesi estivi il colore della pelle cambia: in base a quanto ci si espone ai raggi solari (se si va al mare, in piscina, in montagna o semplicemente si cammina all’aria aperta) l’abbronzatura prende il sopravvento e bisogna dunque man mano ridurre la quantità di fondotinta da applicare, che deve servire solo a rendere il colorito più omogeneo e non a coprire. Meglio acquistarlo in colori simili alla propria abbronzatura dal beige scuro al caramello fino al bronzo per le più olivastre di carnagione.

Protezione. Per l’estate è importante, poi, che il fondotinta utilizzato abbia un fattore di protezione solare (SPF), indicato sui cosmetici che contengono filtri per difendere in particolare da radiazioni UVB. Molti fondotinta si limitano ad un fattore 10 o 15, ma se si passa molto tempo al sole o all’aperto meglio acquistarne uno con protezione di almeno SPF25, che comunque non può sostituire la crema protettiva in caso di esposizione continuata e prolungata.

Idratazione. Alla base della riuscita nel lavoro del fondotinta c’è la giusta pulizia (con struccante e tonico) e la perfetta idratazione della pelle (con una crema adatta al tipo di epidermide). Per l’idratazione, tra gli altri, sono ideali i fondotinta in polvere che diventano fluidi a contatto con la pelle, perché contengono anche vitamine e zinco.