I forni da incasso sono ormai sempre più presenti nelle nostre cucine: la loro caratteristica principale, infatti, permette a questi elettrodomestici di inserirsi in perfetta armonia con il piano cottura e tutto il resto dell’arredamento e non toglie nulla alla qualità della cottura. I modelli sul mercato, però, sono veramente tanti e non è semplice orientarsi tra le proposte più o meno superaccessoriate dei migliori brand.

Abbiamo chiesto agli esperti della 3R Riparazioni Ricambi Roma, che da 25 anni si occupa di piccoli e grandi elettrodomestici, qualche consiglio per scegliere i forni da incasso in base alle proprie esigenze.

  • Le misure. I forni da incasso – come tutti gli elettrodomestici di questo tipo – hanno una misura standard, in questo caso di 60×60 centimetri. Al di fuori di questa misura preordinata, poi, c’è tutta una serie di proposte dalle varie marche per accontentare esigenze particolari: l’altra misura più diffusa è quella da 90 cm, ma ne esistono anche da 55, 75, 80 cm. Il prezzo della misura standard è, solitamente, il più conveniente.
  • Elettrico o a gas. La maggior parte dei forni a incasso, oggi, è elettrica: questi modelli hanno infatti costi mediamente minori per il cliente e sono semplici da installare. Il modello a gas, tuttavia, ha due grandi vantaggi: la manutenzione ridotta rispetto a quello elettrico e soprattutto un consumo minore, o meglio la spesa minore del gas rispetto al costo dell’energia elettrica. Chi utilizza molto il forno, quindi, potrebbe trovare conveniente scegliere il forno a incasso a gas. Proprio riguardo a utilizzo e scelte ecco un altro consiglio specifico dalla 3R Riparazioni Ricambi Roma: il forno a gas sviluppa calore maggiore ed è utile per gli amanti della carne, mentre quello elettrico rilascia un calore più stabile, preferibile per sfornare dolci.
  • Statico o ventilato. Ormai quasi tutti i forni a incasso non sono più solo statici, cioè con una resistenza sopra e una sotto più la funzione grill, ma ventilati, con un motore cioè che diffonde all’interno dell’alloggio il calore, facendolo circolare e rendendo la cottura molto più omogenea. Questa funzione aumenta sì il consumo, ma accorcia anche i tempi di cottura.
  • Funzioni. Oltre all’estetica (un fattore assolutamente personale ma anche non particolarmente rilevante), a influire sulla scelta del forno da incasso sono le funzioni disponibili. Le principali marche hanno pensato, infatti, a come rendere sempre più semplice, veloce, piacevole e variegata l’esperienza in cucina: va da sé che più le funzioni sono particolari e tecnologiche più aumenta il prezzo del prodotto. Esistono forni da incasso con funzione cuocipizza, con programmazione specifica per pasticceria, con funzione di scongelamento, con vapore integrato, con pulizia rapida, con vetri estraibili, e addirittura con sonde – nelle nuove evoluzioni elettroniche – che permettono di regolare automaticamente la cottura in base al cibo.