Francesca Cipriani torna a parlare della lite con Lele Mora accaduta nei giorni scorsi e per la quale l’ex agente pare sia stato denunciato. L’occasione è stata la testimonianza della pupa al processo Ruby 2 e il nodo del contendere sarebbero stati dei lavori che la Cipriani si sarebbe rifiutata di fare, un’ospitata da Barbara D’Urso e un servizio da copertina.

Galleria di immagini: Francesca Cipriani

In pratica, una volta uscito dal carcere, Lele Mora ha continuato a esercitare la sua professione di agente. Francesca Cipriani ha dichiarato che qualcosina Mora ancora la controlla, da qui l’idea dell’ospitata da Barbara D’Urso, cui la soubrette era evidentemente contraria: la Cipriani avrebbe dovuto presentarsi in TV con il suo ragazzo e posare per la copertina di un settimanale.

Francesca Cipriani ha infatti dichiarato:

«Voleva che andassi in TV dalla D’Urso. Lui si è arrabbiato e un pomeriggio mi ha chiamato inveendo contro di me e dicendo parolacce. Poi si è scagliato con le parole e non solo. Una cosa davvero brutta, ci sono rimasta molto male. Sono stata l’unica a essere andato a trovarlo in carcere.»

La Cipriani e Mora in passato erano legati non solo professionalmente, ma anche da amicizia e complicità. Nonostante la denuncia sporta contro di lui, la pupa ha anche spiegato che probabilmente il carcere l’ha cambiato molto: una giustificazione del presunto comportamento sbagliato di Mora (sarà la legge a stabilire cosa sia avvenuto), perché sembra comunque che la Cipriani sia legata a lui da profonda empatia.

Fonte: Il Messaggero.