L’edizione numero 11 del Grande Fratello verrà sicuramente ricordata per le numerose polemiche sul supposto intervento degli autori sulla vita dei coinquilini di Cinecittà. Dopo Davide Baroncini e Guendalina Tavassi, il primo sorpreso a dichiarare che per lui “ci avrebbe pensato il GF” e la seconda implicata in strane conversazioni con Angelica Livraghi, è ora il turno di Francesca Giaccari per raccontare la propria verità.

L’occasione la fornisce sempre la Tavassi, ormai la prezzemolina del gossip televisivo targato Grande Fratello. Lo rivela uno screenshot pubblicato sulla fanpage della romana, dove viene mostrato un estratto di una conversazione tra la stessa Francesca ed Emanuela Fuin, la madre di Guendalina.

Galleria di immagini: Francesca Giaccari e Matteo Casnici

Dallo snapshot, un collage degli interventi della Giaccari sulla pagina della Tavassi, si legge la giovane salentina che si lamenta di alcune dinamiche del reality di Canale 5, forse risentita perché gli autori non le hanno ancora concesso uno spazio per dimostrare le proprie doti canore, data l’uscita del suo primo singolo.

Francesca Giaccari sulla fanpage di Guendalina Tavassi

“C’è troppa invidia intorno e non viene tollerato il fatto che qualcuno sappia fare qualcosa. Non hanno la minima intenzione di farmi cantare, ma non abbiamo bisogno di loro. […] Pilotato è una parola che non da spazio a sfaccettature. Io non riuscivo a litigare per put*****e o comunque espormi per discussioni tipo una mezza banana o uno yogurt, cosa che invece avrei dovuto fare (ha detto qualcuno). […] Io preferivo ridere e scherzare, stare serena e non avevo problemi con nessuno. Ma questo purtroppo non ha fatto gioco e hanno preferito mandarmi fuori.”

Non ci sono, però, solo parole dure per il Grande Fratello, ma anche il riconoscimento di alcuni meriti non rilevati in altre trasmissioni. Anche se non esplicitamente ammesso, il rimando sembra essere a X-Factor, dove la Giaccari venne scartata ai casting.

“È anche il programma più pulito a cui ho preso parte, non ho avuto alcun tipo di intrallazzi per entrare, anzi non ho dovuto fare nulla se non presentarmi al provino. E questo mi stupì molto e rimasi contenta.”

In definitiva, non vi è un’accusa diretta, ma è innegabile il sentore che al GF qualcuno abbia spinto i concorrenti a creare litigi dal nulla per mantenere l’audience alta. Un’ipotesi che si aggiunge a quella di Nathan Lelli, che poco tempo fa ha affermato come gli autori spingessero affinché gli inquilini si lanciassero in storie d’amore pilotate. Al momento, però, l’unica certezza è constatare come il reality di quest’anno si sia giocato più sulle pagine Facebook dei concorrenti che effettivamente dentro l’appartamento di Cinecittà.