In questi giorni Francesco Testi è al centro delle cronache rosa per via di alcuni sms hot ricevuti da Sabrina Ferilli ma, si dice anche che ci sia una rivalità con Gabriel Garko, l’altro bello e impossibile delle fiction. Lui smentisce, non c’è una grande amicizia, ma neanche lotta per essere il più bello.

In queste settimane lo stiamo vedendo nella fiction l’Onore e il rispetto 3, dove interpreta il commissario Renè Rolla, sempre un po’ sopra le righe, carattere duro, uomo tutto d’un pezzo che crede fortemente nella legge. Francesco Testi, intervistato dal settimanale “Tv Sorrisi e Canzoni” confessa di non avere un carattere facilissimo, lunatico quanto basta per dar fastidio anche a se stesso. Del suo personaggio racconta:

“René ha un altissimo senso della giustizia. Posso anticipare che cozzerà contro un mondo che non conosceva e si imbatterà in personaggi che avranno uno strano senso della giustizia”.

Francesco Testi ha già lavorato con Gabriel Garco in precedenti fiction “Il peccato e la vergogna” e “Sangue caldo”:

“I nostri rapporti sono buoni, anche se non ci vediamo spesso, c’è una forma di rispetto reciproco. Abbiamo girato solo una scena insieme sul set, ma è un ottimo compagno di lavoro. In questo ambiente ci sono tante amicizie, di facciata, io preferisco non essere amico di nessuno ma avere il rispetto di tutti e rispettare a mia volta”.

Ed a proposito degli sms ricevuti da Sabrina Ferilli, pare che Francesco Testi li abbia tutti depositati in Procura, allegati alla querela sporta nei confronti dell’attrice. Lui si è sentito diffamato per alcune dichiarazioni a proposito della sua omosessualità. Tutto nasce dopo alcune foto pubblicate in cui i due attori si baciavano.

Sabrina Ferilli dichiarava che fossero scatti di scena, lui parla di tutt’altro, l’unica cosa che appare evidente è che Francesco Testi si è sentito diffamato e che lei ha una relazione ufficiale da sei anni con Flavio Cattaneo, presidente di Terna ed ex direttore Rai. Vedremo come si svilupperanno le cose.

La carriera di Francesco Testi parte dal “Grande Fratello” nel 2007, da ragazzo ha fatto il cubista, le donne lo definiscono sex symbol:

“Preferisco i complimenti per quello che faccio piuttosto che per l’aspetto. Non rinnego nulla del mio passato, ma sono arrivato qui dopo tanto studio”.