Franco Battiato riappare sulla scena musicale italiana con un lavoro di rara potenza, Apriti Sesamo, in uscita per il prossimo 23 ottobre.

Per il musicista siciliano si tratta della produzione di un nuovo album a distanza di cinque anni dal precedente, che portava il titolo de Il vuoto. In Apriti Sesamo, Franco Battiato sembra aver dato il meglio di sé ed esser tornato ai suoi tempi migliori.

Galleria di immagini: Franco Battiato

L’album vanta la collaborazione del filosofo Manlio Sgalambro, che, ormai da anni, lavora ai testi di Battiato, di Simon Tong, ex chitarrista dei Verve, e di Carlo Boccadoro all’organo. Per questo suo nuovo lavoro, Battiato si è ispirato a personaggi e intellettuali della cultura mondiale passata e presente: da Dante, a Gluck, a Rimsky-Korsakov (autore del celeberrimo Volo del Calabrone), le citazioni del Maestro si mescolano a profonde riflessioni sulla nostra società, sugli uomini che ci governano e sulla natura umana.

Nonostante la volontà di ritirarsi dal mondo e di vivere in solitudine e intensa meditazione, Battiato non compone una fuga dall’umanità e dalla società, ma realizza un album attualissimo, figlio di una mente che parla del mondo senza gettarsi nella mischia ma osservandola profondamente da un lato.

Solo in questo modo può emergerei un lavoro come Apriti Sesamo, caratterizzato da un forte grado di sperimentazione. Oltre a quella linguistica e tematica, Battiato si spinge molto in là anche con la sperimentazione sonora, mescolando musica classica e moderna: quest’ultimo aspetto è ben evidenziato dal primo estratto dell’album, Passacaglia, un interessante intrigo musicale fatto di suoni pop e sintetizzatori.

Lo stesso Battiato è consapevole di aver prodotto il suo miglior album di sempre. Vedremo l’accoglienza del pubblico che, a partire da gennaio 2013, potrà ascoltare il musicista in un lungo tour italiano che partirà da Bergamo e che toccherà le principali città della penisola.

Fonte: News-24