Freddie Mercury tornerà in vita ma solo come ologramma. È l’iniziativa organizzata dai Queen per il decimo anniversario del loro musical We will rock you, che andrà in scena il prossimo 14 maggio al Dominion Theatre del West End londinese. Si tratterà di una performance speciale: il musical ha raccolto in questi anni grandi successi e consensi, anche se quando si parla della band c’è sempre un retrogusto acre, come se manchi qualcosa.

Galleria di immagini: Freddie Mercury

E il qualcosa che manca è proprio lui, Freddie Mercury, l’ultimo frontman dei Queen scomparso nel 1991, lasciando vedovo il popolo del rock che si nutriva della sua musica e della sua verve. A parlare della novità è stato il chitarrista Brian May, del quale si è detto recentemente che fosse alla ricerca di un nuovo frontman per sostituire il solista originario dello Zanzibar. Un’impresa praticamente impossibile: chiunque venga chiamato vivrà sempre all’ombra del ricordo indelebile di Freddie.

Brian May ha dichiarato alla BBC:

«Ci sarà una sorta di illusione ottica, che lascerà il pubblico di sasso a chiedersi: “Abbiamo realmente visto Freddie?”. Siamo un po’ sfortunati che sia stata fatta già la stessa cosa con Tupac, cercheremo di riportare Freddie sul palco per un po’ ma non sarà la stessa cosa, non verrà usata la stessa tecnologia, anche perché sarebbe difficile da realizzare in uno show che va in scena otto volte a settimana.»

In effetti, era stato riportato in vita tramite ologramma anche il rapper Tupac, durante il Coachella Festival in California, ma c’è da stare certi che con Mercury sarà tutto un altro impatto, sia per il carico di significati che lo spettacolo porta con sé, sia per l’immagine che il solista ha restituito al mondo e che il mondo porta ancora sempre nel cuore.

Fonte: NME.