La bellezza passa anche dalle unghie: è risaputo che le mani rappresentano un importante biglietto da visita ed è quindi necessario prestare alcune piccole attenzioni per mantenerle sempre perfette. La french manicure rappresenta una soluzione classica, adatta a qualsiasi occasione, eppur versatile perché si presta anche a rivisitazioni originali, semplicemente cambiando i colori utilizzati, osando tonalità insolite; dona un look sempre chic e curato, anche senza ricorrere all’estetista: per ottenere un ottimo risultato anche in casa, infatti, basta osservare alcune accortezze e le fasi necessarie per una perfetta manicure.

Le unghie vanno innanzitutto preparate delicatamente per preservarne bellezza e salute: per rimuovere qualsiasi traccia di smalto, prima di strofinare, meglio tamponare con un batuffolo di cotone imbevuto di solvente; all’acetone è preferibile una soluzione più delicata che non ne contenga. Quando le unghie saranno perfettamente pulite è possibile sistemarne forma e lunghezza; non esiste una forma ideale se non quella dettata da trend o preferenze personali: questa è una fase importante e richiede calma nell’esecuzione di tagli e limature per non portare alla rottura o danneggiare il letto ungueale.

È giunto quindi il momento di curare le cuticole: si possono ammorbidire con una lozione apposita o semplicemente utilizzando olio d’oliva, per spingerle poi dolcemente indietro tramite un bastoncino di rosa. Nonostante siano a volte molto pronunciate è preferibile non tagliare le cuticole a casa, ma ricorrere a professionisti per evitare danni e possibili infezioni.

La classica french manicure è essenzialmente composta dall’abbinamento di un colore neutro, che richiama l’aspetto naturale dell’unghia, e un bianco per la punta, che può essere più lattiginoso o deciso e coprente. Prima di applicare qualsiasi colore è sempre necessario applicare una base o uno smalto trasparente che preserverà le unghie dall’ingiallimento o da macchie indesiderate: le unghie sono infatti porose e spesso assorbono il colore sporcandosi.

L’ordine delle fasi successive di stesura dipende da ciò che si vuole ottenere: per una french manicure tradizionale e dal finish naturale, il primo strato è la punta bianca, seguita poi dalla stesura sull’intera unghia del colore neutro, rosato o nude, che uniforma il risultato. Se invece si desidera un effetto più accentuato è possibile invertire l’ordine, stendendo prima il colore e successivamente rifinire la punta.

Si può facilmente ottenere un bordo ben delineato tramite l’uso delle apposite lunette adesive; la loro posizione dipende dalla lunghezza dell’unghia, ma è sempre meglio applicarle leggermente prima della naturale linea di crescita: per un risultato preciso è sufficiente far attenzione ad applicare le lunette dritte, premendo leggermente affinché aderiscano bene, e stendere lo smalto sulla punta in uno strato non eccessivo per evitare la formazione di scalini lungo l’adesivo, che andrà rimosso solo dopo la completa asciugatura del colore.

È sempre necessario attendere che lo smalto sia completamente asciutto prima di stenderne nuovi strati: può aiutare l’utilizzo degli appositi spray che riducono questi tempi d’attesa oppure la scelta di smalti che asciugano velocemente. Infine per terminare la manicure si può sigillare il tutto tramite top coat trasparente, che preserverà il risultato più a lungo.

Fonte: AllWomensTalk