Il 17 settembre è partita, sul canale nordamericano FOX, la seconda serie di Fringe, l’attesissimo serial targato J.J. Ambrams. In un precedente post, vi avevamo informato delle novità più importanti della stagione. La prima puntata trasmessa svela, tuttavia, come gli intrighi si faranno più complicati e avvincenti di quanto potessimo pensare.

Il cast principale è stato completamente riconfermato e, inoltre, vi sono delle interessanti new entry, quali Meghan Markle nel ruolo di un agente di polizia pronto a supportare le indagini della divisione Fringe.

In fondo all’articolo, alcuni spoiler inerenti l’episodio messo in onda lo scorso giovedì e una galleria immagini del cast della nuova serie. Qualora non vogliate rovinarvi la sorpresa.

La seconda stagione di Fringe segue il filone temporale della serie precedente, ripartendo poco dopo l’arrivo di Olivia nel mondo parallelo. Mentre Olivia si trova oltre confine, la polizia e i Bishop ritrovano la sua auto distrutta da un incidente. Tuttavia, i protagonisti non sanno darsi una spiegazione logica all’evento: il corpo della Duncan non è presente nell’auto e quest’ultima risulta sigillata dall’interno. Dopo alcuni tentativi effettuati dal Dr. Bishop, inspiegabilmente il corpo di Olivia viene scaraventato fuori dal cofano della vettura.

Olivia viene trasportata urgentemente in ospedale, ma sembra che non vi siano speranze di sopravvivenza. Tuttavia, mentre Peter Bishop la saluta al suo capezzale, la donna riprende conoscenza svelando di aver perso parte della propria memoria. L’agente afferma di essere stata a New York per cercare un’importante elemento nascosto, ma non riesce a proseguire oltre nel ricordo.

Nel frattempo, alcuni malintenzionati dotati di poteri paranormali cercano di uccidere proprio l’agente Duncan. Probabilmente, la donna è venuta a conoscenza di informazioni top secret durante il suo viaggio nell’altra dimensione. Individuare questi criminali si configura come un’impresa pressoché impossibile: essi sono in grado di assumere le sembianze di qualsiasi persona, confondendo così gli avversari.

Mentre la somma degli eventi sembra suggerire un forte pericolo per la sicurezza nazionale, il Consiglio Federale è sempre più intenzionato a chiudere la divisione Fringe, considerata inutile ed economicamente non sostenibile.

La puntata si chiude procurando lo stupore dello spettatore: l’agente Charlie, in realtà, è stato ucciso e uno di questi malviventi ha preso le sue sembianze all’insaputa dei colleghi.