Nella dieta dimagrante anche la frutta secca è concessa! Finalmente questa speciale frutta, troppo spesso condannata per il suo apporto calorico elevato, entra di diritto in una sana alimentazione ed è permessa anche quando si vuole perdere peso, purché si seguano alcune regole, prima tra tutte quella di consumarla con misura.

La frutta secca contiene molti valori nutrizionali benefici e preziosi per il nostro organismo, e all’interno di una dieta dimagrante la porzione concessa è di circa 10 grammi a scelta tra arachidi, mandorle, noci, nocciole, pinoli, pistacchi o anacardi. Essi apportano la giusta dose di proteine, minerali, fibre, acidi grassi e amminoacidi che li rendono indispensabili all’interno di una corretta alimentazione.

=>LEGGI come la frutta secca fa dimagrire

La frutta secca contiene un’elevata percentuale di oligoelementi e di minerali tra cui il magnesio e lo zinco, e per questo è particolarmente indicata a chi pratica attività sportiva o ha bisogno di energia per lo svolgimento di impegni e giornate faticose. Tra tutti i frutti secchi le mandorle sono quelle a più basso apporto calorico, ma anche più ricche di fibre e di proteine.

Il consumo di frutta secca opportunamente introdotto nella dieta quotidiana non è quindi associato a un aumento di peso, anzi alcuni studi hanno dimostrato che l’utilizzo equilibrato di questo alimento comporta dei benefici per il controllo della glicemia e dei lipidi nel sangue e può essere utilizzata come parte di un regime alimentare volto a perdere peso.

Ma quale frutta secca è più indicata all’interno di una dieta dimagrante? Le noci sono ricche di omega 3, gli acidi grassi protettivi del cuore, ma anche di ferro, calcio, potassio e fosforo, oltre che di vitamine A, B e C. Un etto di noci sgusciate fornisce circa 582 calorie, ma la quantità consigliata è di circa 7 al giorno.

Le nocciole sono ricchissime di vitamine mentre le mandorle posseggono meno grassi insaturi e sono fra quelle più ricche di potassio, calcio e fosforo, importanti per le ossa. La loro elevata concentrazione di proteine ne fa un alimento da privilegiare soprattutto per chi segue un regime vegetariano. Anche arachidi e pistacchi sono tra la frutta secca meno grassa, e contengono molte proteine, potassio, fosforo, calcio e ferro.

Fonte: Melarossa.